Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestrese ko con il Varazze: si allontana la vetta. Praese implacabile: ne fa otto! risultati

I varazzini si aggiudicano lo scontro diretto e agganciano il Taggia; biancoverdi che mandano al tappeto la Veloce

Classifica ancora tutta da scrivere in Promozione Girone A, che ha vissuto la sua 13^ giornata, all’indomani della quale Varazze e Taggia guidano appaiate, ma con alcune squadre che devono recuperare ben due partite. Imbattuta la squadra giallorossa viene fermata comunque sullo 0-0 da un buon Celle che trova un punto insperato alla vigilia e muove la sua posizione in chiave salvezza. Il pareggio dei taggiaschi consente al Varazze di agguantare la prima posizione grazie alla fondamentale vittoria nello scontro diretto con la Sestrese che viene ricacciata indietro a -7.

Nerazzurri che partono bene visto che al 4° Craviotto la spedisce dentro sfruttando un rimpallo favorevole. Al 24° la reazione dei verdestellati si infrange sulla traversa con il tiro di Anselmo. Passano pochi minuti e Gagliardi raddoppia mettendo virtualmente al sicuro il parziale. Nel secondo tempo arriva una traversa anche per gli ospiti con Craviotto. Al 64° Akkari ha la palla per riaprirla, ma da due passi non inquadra la porta. Gol sbagliato, gol subito, neanche a dirlo visto che un minuto dopo Garetto cala il tris che chiude i conti. 

Non approfitta dello scivolone dei “cugini” il Via dell’Acciaio che viene fermato sull’1-1 dal Serra Riccò che da parte sua cercava punti per la corsa salvezza. Sono proprio i gialloblù ad andare avanti al 44° con Lobascio, ma dopo due minuti del secondo tempo Costa trova il guizzo per bucare Belloro e impattare il parziale.

Risultato clamoroso al “Baciccia” di Pra’ dove i biancoverdi seppelliscono sotto una montagna di gol la Veloce (che saluta l’allenatore Gerundo a fine giornata). Partita che dura sostanzialmente venti minuti durante i quali i granata si fanno anche vedere in attacco con un bel colpo di testa di Zuloaga deviato in corner. Poi si scatenano i genovesi. Al 20° Raso anticipa tutti di testa su cross dalla fascia e sblocca la gara.

Passano 4’ e Pinna in ripartenza punisce una difesa troppo distratta della Veloce e raddoppia. Al 36° la partita si chiude virtualmente con Di Molfetta che viene pescato in profondità, controllo e lob che scavalca Cerone in uscita per il 3-0. Neanche il tempo di provare a sistemare le idee e la Veloce va ancora sotto con Rossi che rientra dalla fascia e la piazza di interno. Il pokerissimo arriva prima della pausa con Cisternino che si beve metà difesa granata e la deposita con un tiro teso a fil di palo. Nella ripresa non si fermano i ragazzi di Carletti che colpiscono ancora con Rossi e Raso per le loro doppiette personali e chiudono la disfatta della Veloce con l’ottavo gol di Salas.

Bella vittoria per l’Arenzano che si impone sul Legino e mantiene il quinto posto in classifica. Partita indirizzata in avvio con i gol ravvicinati di Mancini (al 13°) e di Bianchi (al 15°) che firmerà una doppietta con il definitivo 3-0 al 60°. Legino che deve guardarsi alle spalle in chiave salvezza. 

I savonesi infatti vengono scavalcati in classifica dal Ceriale che comunque deve sudare per superare una Loanesi finalmente combattiva. I rossoblù infatti passano in vantaggio al 15° con Sfinjari, ma vengono raggiunti solo quattro minuti dopo da Donà e un altro minuto dopo Insolito cala il ribaltone. Al 26° i loanesi hanno la possibilità di accorciare, ma la conclusione non ha buon esito e si va al ripeso sull’1-2. Nel secondo tempo non sbaglia dagli undici metri invece Caredda, mentre Tuninetti viene espulso della Loanesi che a questo punto crolla definitivamente sul gol di Maxena che la chiude. 

Una rete basta al Bragno per superare la Dianese e restare insieme alla Praese in scia al quinto posto. Lo sigla Vejseli al 60° costringendo i rossoblù a rimanere in una zona di limbo. Infine il Ventimiglia cala il poker sul Camporosso lasciandolo al penultimo posto. I frontalieri vengono sorpresi dall’avvio all’attacco degli ospiti che passano al quarto d’ora con Truisi. Al 37° riescono, però a trovare il pareggio con Gallo e nel secondo tempo la ribaltano. Al 55° Salzone riesce a mettere la freccia ai granata che poi trovano i gol della sicurezza con Ventre autore di una doppietta anche grazie al rigore del definitivo 4-1.