Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria: Ronaldo mette le ali e la Juventus passa per 1-2 al Ferraris risultati fotogallery

Non basta il pareggio di Caprari, che nel finale viene anche espulso

Genova. Un Cristiano Ronaldo in versione Michael Jordan ha avuto ragione di una Sampdoria combattiva e sempre in partita. Finisce 1-2, con i blucerchiati che erano riusciti a pareggiare la rete di Dybala con Caprari. Nel finale di primo tempo, l’incredibile stacco del portoghese ha riportato i bianconeri in vantaggio. Nella ripresa dentro anche Gabbiadini, ma il risultato non cambia e la Samp resta anche in dieci per l’espulsione di Caprari.

Tutto nel primo tempo

Comparto difensivo come nella seconda parte del derby e Thorsby interno di centrocampo insieme a Linetty vista l’indisponibilità di Ekdal e Vieira, una coppia d’attacco formata da Ramirez e Caprari per Claudio Ranieri. Nella Juventus c’è Cristiano Ronaldo, che l’anno scorso non fu neanche convocato nel match contro le due genovesi. A difendere la porta dei bianconeri Gianluigi Buffon: con oggi a quota 647 presenze in A, come Paolo Maldini.

Si parte con una palla rubata da Murru a Demiral, l’esterno si invola verso l’area di rigore e cade su pressione dello stesso, per Rocchi non è nulla (3′).

I ritmi comunque non sono da partita delle grandi occasioni. La Juve tesse la sua trama senza pungere troppo. Dal canto suo la Sampdoria non riesce a essere efficace quando ha la palla. Spesso deve ricominciare da capo nella manovra.

Ci prova Ramirez di testa al 18′ con palla di poco sopra la traversa, non sbaglia invece Dybala un minuto dopo: su cross di Alex Sandro indovina un sinistro al volo, infilando Audero, un po’ in ritardo nel tuffo (il pallone, molto angolato, gli rimbalza davanti), per il provvisorio 0-1.

La partita ora sembra particolarmente in salita per i blucerchiati, alla mercé dei tocchi bianconeri, che salgono col baricentro. Invece un errore di Alex Sandro dà il via a quella che sarà la rete del pari: Caprari irrompe di destro dal centro dell’area e segna sotto la Sud (36′).

Raddrizzato il punteggio, la Sampdoria sembra riprendere coraggio, spinta dai suoi tifosi, ma non fa i conti con Cristiano Ronaldo che prima si veste da assistman, ma il suo servizio basso in verticale a tagliare fuori la difesa blucerchiata non viene toccato in scivolata né da Higuain né da Dybala, poi realizza una rete stratosferica di testa su cross ancora di Alex Sandro, restando in aria per un paio di secondi, sovrastando Ferrari con tutto il busto (45′). Uno stacco da Michael Jordan.

Secondo tempo: tentativi a vuoto

Nella ripresa Ranieri è costretto a sostituire subito Depaoli, problemi muscolari. Dentro Leris (51′). Thorsby ci prova da fuori, ma colpisce l’esterno della rete, mentre la Juventus si divora il terzo gol con Matuidi che colpisce malissimo di testa nell’area piccola su servizio di Dybala (56′). Ranieri osa Gabbiadini per Janktoe il modulo diventa un 4-3-3 con l’eroe del derby al centro dell’attacco.

Ripartenza Juve, Ferrari devia il tiro di Ronaldo, che Audero para in due tempi (69′).

La Sampdoria non molla, nonostante la stanchezza (dentro anche Augello per uno stremato Murru) e ora è anche più avvolgente nella manovra d’attacco: al 79′ azione prolungata finalizzata da una rovesciata di Ramirez che non crea però troppi problemi a Buffon.

A due minuti dalla fine una rete di Cristiano Ronaldo viene annullata per fuorigioco (Audero ha sbagliato completamente il tempo dell’uscita). Ancora il portoghese crea scompiglio sulla sinistra sfruttando lo sbilanciamento della squadra di Ranieri e, accentrandosi, scocca un destro che termina di poco a lato (90′).

Nei 6 minuti di recupero la Sampdoria resta in 10 uomini: Caprari viene espulso per doppia ammonizione, reo di aver allungato il braccio su Demiral. Grandi proteste.

Sampdoria-Juventus 1-2

Reti: 19′ Dybala; 36′ Caprari; 45′ Ronaldo

Sampdoria: Audero, Murillo, Ferrari, Colley, Murru (76′ Augello), Depaoli (51′ Leris), Thorsby, Linetty, Jankto (61′ Gabbiadini), Ramirez Caprari.

A disposizione: Seculin, Falcone, Augello, Chabot, Rigoni, Regini, Maroni, Quagliarella, Pompetti.

Allenatore: Ranieri

Juventus: Buffon, Danilo, Demiral, Bonucci, Alex Sandro, Rabiot, Pjanic, Matuidi, Dybala (77′ Douglas Costa), Higuain (69′ Ramsey), Ronaldo.

A disposizione: Pinsoglio, Perin, De Sciglio, De Ligt, Cuadrado, Pjaca, Emre Can, Rugani, Bernardeschi, Portanova.

Allenatore: Sarri

Arbitro: Rocchi di Firenze

Ammoniti: Murillo, Caprari, Ramirez (S); Pjanic, Demiral (J)

Espulso: al 92′ Caprari

Spettatori: paganti 6.105, incasso euro 222.052, 17.031 abbonati, rateo 177.402.