Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria, dai… Zlatan Ibrahimović al Milan, proprio non ci voleva…

Mentre i rossoneri ufficializzano lo svedese, a Genova si parla di Petagna (magari), Barrow, Younes, Pjaca, Rivière... ma anche di Éder e Defrel

Genova. Dai… Zlatan Ibrahimović al Milan, proprio alla vigilia del match con i rossoneri, non ci voleva… “Questo qui”, anche se ha trentotto anni, è ancora in gradi di fare la differenza! Non resta che fare affidamento su Omar Colley, che quanto a fisico non è da meno dello svedese…

Difficile ipotizzare che, nella calza della Befana, la Samp possa, invece, trovare qualche novità, già il 6 gennaio a San Siro… Più facile immaginare che, per il momento, Ranieri debba fare di necessità virtù, mandando in campo “quanto passa il convento”…

Poi, forse, prima della fine di gennaio, qualcosa arriverà… magari ricorrendo a qualche prestito od operazioni di scambio. Petagna/Caprari potrebbe essere l’idea giusta… Ma anche la Spal la riterrà tale?

Per Musa Barrow sembra che l’Atalanta chieda la luna… ma, tra l’altro, è l’uomo che serve? Non è preferibile prendere un bel centravanti “boa”?

Tale considerazione è valida anche per altri due di cui si sussurra, fra le onde di radiomercato: l’olandese Amin Younes ed il croato Marko Pjaca. Trequartista, con buon dribbling e visione di gioco, il primo, attaccante rapido ed efficace nel superare il diretto avversario, il secondo… ma nessuno dei due in grado di giocare spalle alla porta e far salire la squadra.

Simili, ma con aspetti diversi le ipotesi Grégoire Defrel e Citadin Éder, tutt’altro che centroavanti boa, ma comunque attaccanti “Speedy Gonzales”, adattabilissimi al “palle lunghe e pedalare”, con cui Ranieri intende portare la Samp alla Salvezza.

Un’operazione low cost potrebbe essere Emmanuel José Rivière, attaccante franco/martinicano, in forza al Cosenza, ma con un passato al Saint Etienne, Tolosa, Monaco, Newcaste, Osasuna e Metz, mentre – parlando di uscite – è probabile che partano (se possibile) Maroni e soprattutto Rigoni, ma anche Leris, Falcone (se si puntasse su Viviano come alter ego ad Audero) e Regini (perché di mancini in rosa ci sono già Colley, Chabot, Murru ed Augello), mentre tre dei quattro destrorsi sono fermi ai box (Bereszinki, Depaoli e Ferrari) e quindi qui ci vuole una pezza urgente, da cucire in rosa subito, in apertura di mercato.

Circola, sui media, anche la voce di una possibile cessione di Ramirez a determinate cifre (Torino e Bologna, le squadre accostate a Gastòn)… ma non vogliamo credere possa essere vera…