Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rossiglionese ko ad Arenzano e la Corniglianese festeggia risultati

Colpaccio degli Old Boys Rensen che vincono a sopresa e fermano i valligiani. Goleada del Mele sulla Casellese

Nonostante l’interruzione per l’impraticabilità del campo di Masone, la Corniglianese era sicura di chiudere il 2019 in testa al campionato di Seconda categoria Girone D, cosa diventata certa dopo il risultato di Arenzano. Per la verità i neroverdi non se la stavano passando bene in Valle Stura, dove il Masone alla fine del primo tempo i locali avevano una rete di vantaggio grazie a Galleti. 

Ad Arenzano invece accade l’impensabile, ovvero che gli Old Boys Rensen, capaci di raccogliere solo 3 punti nelle ultime 7 partite giocate, trovino la giornata giusta per fare lo sgambetto a una “grande” come la Rossiglionese che in realtà inizia facendosi male da sola con l’autorete di Cannavò su calcio d’angolo dopo appena 6’. Al quarto d’ora, però arriva il raddoppio di Sulla che è pronto a insaccare su respinta corta di Di Giorgio. I bianconeri ci proveranno a lungo a tornare in gara, ma i locali possono amministrare e condurre fino alla fine quando Perasso si leva la soddisfazione di mandare a spasso mezza difesa rossiglionese e insaccare un 3-0 che vale oro per gli arancioneri.

Infatti in zona salvezza sono solo gli arenzanesi a fare bottino pieno. Nell’altro testa coda, lo Sporting Ketzmaja non fa sconti e cala il poker al Carignano. Cagnetta al 28° pesca l’incrocio dei pali, mentre Cannas delizia il pubblico beffando Porcu con un lob che manda a vuoto l’uscita del portiere al 40°. Gara virtualmente chiusa al 44° quando Cagnetta firma la doppietta con un intervento preciso su cross dalla fascia. Carignano che non rientrerà mai in gara, anzi è lo Sporting a dominare il campo, con Carboni che ci prova riprova, finché all’85° riesce nell’operazione e trova il poker per lo Sporting che sale al secondo posto.

Perde anche la Bolzanetese che è fra le squadre che più soffrono per la vittoria inaspettata degli Old Boys. Infatti un gol di Khounar di testa al 60°, regala la vittoria al Campo Ligure che resta ai limiti della zona playoff, ma si candida ad un ruolo da protagonista del girone di ritorno. 

Fuochi d’artificio per il Mele invece che certifica la crisi nerissima della Casellese. 7-0 senza appello per i gialloblù che si sbloccano sul finale di primo tempo con Gabriele Parodi, Carnovale e Tamai. Nella ripresa Sangineto, e la doppietta di Bozzolo, intervallata dal gol di Piras completano una goleada che fa chiudere l’anno con animi completamente diversi per le due squadre.

Pareggio invece fra Boccadasse e Pontecarrega. I biancorossi vanno avanti subito all’8° con Sanna, ma non riescono a chiuderla e vengono raggiunti da un rigore trasformato da Sanna. In chiave salvezza pesa la vittoria dell’Atletico Quarto sul Granarolo che va avanti con Fascetti al 17°, ma nella ripresa deve subire una rimonta perentoria dei gialloblù. Al 55° pari di Guglielmoni in tap in. Quattro minuti dopo calcio di rigore per i locali. Dal dischetto va ancora Guglielmoni che non sbaglia e fa 2-1 ribaltando il parziale. Gli ospiti a questo punto si scompongono anche se sfiorano il pari con un tiro di De Ferrari che si stampa all’incrocio. All’86°, tuttavia con il Granarolo sbilanciato, Accardo cala il tris che chiude i conti.