Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Liudmila Samsonova pareggia i conti: la finale scudetto è in parità

Il TC Genova risponde al TC Prato: domani verrà assegnato il titolo tricolore

Genova. Situazione di parità tra TC Genova 1893 e TC Prato al termine della prima giornata della finale del campionato di Serie A1 femminile in svolgimento sul veloce indoor del PalaTagliate di Lucca.

Nel secondo incontro, fra le numero uno delle rispettive formazioni, Liudmila Samsonova ha ottenuto il punto della parità per le liguri superando 64 62, in 1 ora e 17 minuti di gioco, Kristina Kucova.

Domani, sabato 7 settembre, alle ore 11 scenderanno in campo per il terzo singolare Lucia Bronzetti e Martina Trevisan, quindi il doppio.

Liudmila Samsonova, attualmente numero 135 Wta dopo aver ottenuto ad agosto il best ranking salendo al 123° posto della classifica mondiale, si è confermata un punto di forza per il Tennis Club Genova non lasciando scampo a un’avversaria esperta come Kristina Kucova e tenendo la sua squadra in piena corsa per il titolo.

Dopo quattro giochi dominati dal servizio, il primo break dell’incontro lo ha piazzato la russa, facendo leva sulla potenza dei suoi colpi, confermandolo per salire 4-2 dopo aver cancellato una chance dell’immediato contro-break. La 21enne nata a Olenegorsk ma da tempo residente in Italia, non ha convertito due opportunità di fila per il doppio break, ma ha comunque tenuto con sicurezza i propri turni e incamerato la prima frazione in 41 minuti (64) dopo aver mancato un primo set point in risposta sul 5-3. Un po’ demoralizzata la 29enne di Bratislava ha cominciato male il secondo parziale, cedendo subito la battuta, complici anche due doppi falli. Sull’1-3 Kucova, tre anni fa arrivata al 71° posto della classifica mondiale (ora è numero 176 Wta), ha annullato due palle per il doppio break, per poi nel sesto game riuscire a procurarsene lei una, cancellata dalla giocatrice del Tc Genova con un ace. Scampato il pericolo, Samsonova ha come messo il pilota automatico, con un secondo strappo (5-2). Kucova con carattere ha fronteggiato tre match point, costruendosi anche un’opportunità di break, spazzata via però dalla potenza della russa (combinazione battuta-diritto), brava poi a chiudere la contesa con un’altra prima centrale delle sue.

È stato un match più tosto di quel che dice il punteggio – sottolinea la 21enne di Olenegorsk a caldo ai microfoni di SuperTennis -. Per fortuna sono stata assistita dal servizio e questo mi ha aiutata parecchio. Ho giocato bene anche con il diritto, spingendo, ed è stato importante perché se calavo un pochino d’intensità la vedevo brutta… È la prima volta che vinco in singolare in quattro finali di Serie A1 disputate e quindi sono molto soddisfatta, ora speriamo di poter cogliere gli altri punti che ci portano al titolo“.

Sono contenta perché abbiamo rimesso in parità la sfida – prosegue – e possiamo giocarci al doppio lo scudetto. Il campo mi facilita e mi trovo bene. Il servizio e i colpi a rimbalzo mi scorrono e quindi sono riuscita a vincere in maniera agevole, contro un’avversaria esperta, che mi ha comunque costretta a tenere sempre alta l’intensità”.