Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Imperia rallenta, Sestri e Busalla rispondono presente risultati

Classifica interessante per le genovesi, con diverse gare da recuperare. Bene anche il Campomorone che trascinato da Curabba si rilancia

Si prospetta una stagione molto intensa per le squadre del campionato di Eccellenza, che ha vissuto la sua 12^ giornata. Classifica corta anche se i recuperi in programma potranno ridisegnare le gerarchie che finora vedevano l’Imperia come dominatrice solitaria. I nerazzurri, però sono stati bloccati da una Cairese che vuole ritagliarsi un posto al sole e nonostante vada sotto dopo appena 2’ per il rigore trovato e trasformato da Capra, la squadra valligiana riesce a reagire pareggiando con un gran tiro di Doffo che colpisce la parte bassa della traversa e segna. 

Fondamentale vittoria quindi per il Sestri Levante che espugna il campo del Pietra Ligure agganciando il primo posto, anche se i corsari hanno una partita in più rispetto all’Imperia. Netta la vittoria che si concretizza a cavallo fra primo e secondo tempo. Croci ritrova l’appuntamento con il gol al 39°. Panepinto raddoppio a al 45° e al 60° Cirrincione completa l’opera per l’ottava vittoria stagionale dei rossoblù. Sprofonda invece il Pietra che deve cercare al più presto punti salvezza.

È un momento d’oro anche per il Busalla che conferma di avere un reparto offensivo estremamente ispirato. A Rapallo i biancoblù calano un altro poker, il quarto di stagione, dimostrando anche, però di saper soffrire. Il Rapallo infatti trova il vantaggio al quarto d’ora con Bertuccelli che sorprende Carlucci con un tiro dalla distanza. Al 24° Nelli trova, però la via giusta per pareggiare e riaprire tutto. Il Busalla prende il pallino del gioco, mentre i ruentini cercano di giocare di rimessa.

Al 44° Rossi ribalta tutto trovando il gol dell’ex. Il numero 9 ospite non ha pietà e al 48° trova la doppietta che consente al Busalla di affrontare un secondo tempo in modo più tranquillo. Al 70° la gara si chiude virtualmente grazie alla zampata di Cotellessa che trova l’1-4. Inutile il gol di Kambo al 77° nonostante i bianconeri chiudano all’attacco colpendo anche una traversa.

Davanti al Busalla al terzo posto con un punto, c’è l’Albenga che vince il derby con l’Alassio in modo chiaro, ed è a -1 dalla coppia di testa. I bianconeri dominano e vanno avanti al 18° con un rigore di Costantini. Al 26° raddoppia Marquez e poco dopo lo stesso Costantini sfiora il tris con un tiro che si stampa sul palo. Poco male perché Figone chiude virtualmente la contesa al 50° con il 3-0. L’Alassio non trova il bandolo della matassa e all’80° Nardi colpisce un altro palo. Chi invece viaggia alla grande è Figone che fa doppietta e chiude definitivamente una partita a senso unico.

Hanno rischiato di non giocare Baiardo e Genova Calcio, ma dopo avere atteso un tempo di gioco, neroverdi e biancorossi si sono affrontati sullo “stagno” del XXV Aprile. Ai limiti della praticabilità il sintetico genovese, ma le squadre non ci badano e si affrontano a visto aperto. Botta e risposta fra le squadre con Oliviero che è rapace nel depositare in fondo al sacco una respinta di Dondero su tiro Incerti. Passano due minuti e la pareggia Campelli che arriva puntuale al cross dalla fascia e gira di prima fulminando Biggi.

Al 32°, però torna avanti la squadra di casa. Camera crossa, la palla sbatte sul braccio di un difensore, rigore inevitabile che Battaglia trasforma glaciale. Passano dieci minuti ed è ancora Campelli a rimetterla in parità con un tiro dal limite che viene deviato e manda fuori causa Biggi. Nel secondo tempo le condizioni del terreno peggiorano e le squadre faticano ad imbastire azioni degne di questo nome. L’ultima vera occasione è biancorossa con Testore che mette una palla deliziosa per Piccarreta il quale la sfiora soltanto a due passi dalla linea di porta. 

Vittoria pesantissima per l’Athletic Liberi che va a vincere in casa del Finale grazie alla doppietta di Lembo e al gol di Grosso che firma il definitivo 0-3. Genovesi che trovano così la prima vittoria in stagione guadagnano ben due posizioni nella lotta salvezza. Non riesce a vincere invece il Molassana che va ko con l’Ospedaletti per il gol di Mamone in apertura di secondo tempo.  Genovesi ultimi in classifica.

Gara scoppiettante a Sestri Levante invece fra Rivasamba e Campomorone Sant’Olcese. I valligiani sono in vantaggio già all’8° grazie a bomber Curabba. Il Rivasamba si complica la vita al 25° quando Severi viene espulso. Ne consegue che i biancoblù pressino in cerca dei gol sicurezza che in effetti arrivano con Galluccio al 39° ed ancora Curabba al 47°. Nella ripresa gli ospiti allentano la pressione fiduciosi della vittoria e Barbieri ne approfitta per riaprirla al 65°, ma ancora Curabba conferma di essere in giornata di grazia con la tripletta che chiude i conti. Buon piglio del Rivasamba comunque che non molla ed all’86° accorcia ancora con Boggiano per il definitivo 2-4. Riva che chiude comunque in nove uomini per il rosso anche a Scarpino.