Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Taggia rallenta, la Sestrese si riavvicina al primo posto risultati

In vetta sale il Varazze che conserva 4 punti di vantaggio sui verdestellati. Cade il Via dell’Acciaio, Serra Riccò vicino al colpo esterno ad Arenzano

Balza in testa da solo il Varazze che nella 14^ giornata di campionato di Promozione Girone A, prevale di stretta misura su un coriaceo Legino che ha dovuto fare i conti con le molte defezioni che hanno costretto persino il tecnico Calcagno a scendere in campo. I nerazzurri riescono a spuntarla grazie alla rete all’86° di Rampini, e sfruttano il pareggio nel derby fra Taggia e Ventimiglia per allungare su +2 sui giallorossi, che devono comunque recuperare la gara interna contro il Serra Riccò. Contro il Ventimiglia si respira l’aria del derby e sono i frontalieri a trovare il gol del vantaggio con Salzone a pochi minuti dalla fine del primo tempo. Nella ripresa arriva la rete del pareggio direttamente dalla panchina con Gambacorta.

Si rilancia la Sestrese che cala il poker sul Bragno e si riavvicina alla vetta. Partita virtualmente chiusa dopo 45’ con il vantaggio di Anselmo al 36° di testa e all’1-2 nel finale di parziale con Akkari che gira di prima intenzione un bell’assist di Zani al 43° e Di Sisto che ancora di testa firma il tris al 46°. La Sestrese domina anche nel secondo tempo, Akkari sfiora la doppietta con un tiro che si stampa all’incrocio dei pali, poi al 68° Torra la riapre, ma è sempre la Sestrese a fare la gara e al 93° Akkari chiude la contesa con il 4-1.

Importante risultato per il Ceriale che supera il Via dell’Acciaio e si allontana sensibilmente dalla zona playout. Cerialesi che interrompono la buona serie positiva dei genovesi, che comunque restano al quarto posto, ma vedono lontano ben 6 punti la Sestrese terza. Primo tempo avaro di emozioni con il solo calcio di rigore di Caredda a contraddistinguere la gara. Nella ripresa gli ospiti reagiscono e pareggiano dopo cinque minuti con Costa, ma la contro – reazione del Ceriale è decisiva. Insolito firma il nuovo vantaggio al 60°, poi il secondo calcio di rigore per i locali permette a Caredda di fare doppietta e mettere al sicuro il risultato. All’81° terzo tiro dal dischetto fischiato dall’arbitro stavolta per i blugranata. Non sbaglia Costa, ma la rimonta ospite si ferma qui.

Il Camporosso torna a credere nella salvezza con un poker inaspettato alla Praese. Gli imperiesi sono estrememamente precisi e cinici nelle proprie occasioni. Apre Zito al 10°, raddoppia Stamilla al 16° per un uno – due da ko. I genovesi cercano una reazione ed effettivamente accorciano su rigore con Rossi al 30°, ma nella ripresa la squadra di casa è brava a tenere botta alla reazione biancoverde e ad approfittare degli spazi che si aprono nella difesa ospite. Al 70° Crudo, entrato da poco festeggia per il tris. Gara chiusa anche se in pieno recupero arriverà anche il poker di Giunta.

Strappa un punto anche il Serra Riccò che ad Arenzano per la verità sfiora il colpo esterno. I gialloblù infatti vanno in vantaggio al 70° con Rizzo, e solo su rigore in piena zona Cesarini, Troiano salva l’Arenzano che evita un ko che sembrava ormai certo.

Spareggio salvezza fra Veloce e Celle che viene vinto dai savonesi che si godono un Sofia in grande spolvero ed autore di una doppietta in dieci minuti fra il 16° ed il 26°. Granata che si “svegliano” solo nel finale di partita arriva il gol della bandiera di Rapetti.

Vittoria a tavolino per la Dianese che ha aspettato invano l’arrivo della Loanesi, che non si è mai presentata. Ora resta da vedere come e se proseguirà il campionato dei rossoblù.