Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Park Tennis Club Genova si arrende all’ultimo punto contro Selva Alta fotogallery

Decide il doppio di spareggio dopo che i genovesi avevano ribaltato il 4-2 dell'andata della semifinale scudetto

Genova. Così fa male, malissimo. Il Park Tennis Club Genova vede svanire il sogno finale al doppio di spareggio della semifinale del campionato nazionale di Serie A1: alla finalissima di Lucca, dove incontrerà Messina, va Selva Alta, capace di annullare addirittura due match point ai gialloblù.

Tutto perfetto per il Park fino al doppio di spareggio. Si doveva rimontare il 4-2 dell’andata e così è stato, contro pronostico. Lorenzo Musetti e Gianluca Mager hanno vinto i loro rispettivi singolari, contro Dadda e Baldi. Il giovane e promettente classe 1995 francese Anthoine Hoang ha invece avuto la meglio sul “genovese” Pablo Andujar, mentre Simone Bolelli ha alzato bandiera bianca contro Roberto Marcora.

A quel punto è venuto fuori l’agonismo dei ragazzi del circolo di via Zara: l’azzurro di Davis Bolelli si è sbarazzato del tandem Marcora-Dadda agilmente, in coppia con Lorenzo Musetti. Miracolosi Mager e Giannessi, schierato strategicamente solo in doppio perché non al meglio. Lo spezzino è stato vorace, concreto e seriale e ha preso per mano il sanremese, riuscendo nell’impresa di strappare il punto del 4-2, contro i forti Hoang e Baldi. La parola dunque al doppio di spareggio.

Il campo numero 6, al coperto causa pioggia, si è così trasformato in un’arena, strapieno di sostenitori di entrambe le squadre, che hanno infuocato l’atmosfera. I due capitani hanno deciso di affidarsi alle stesse copie dell’ultimo doppio. Out Bolelli, dentro i due storici cavalli del circolo “Gianna” e “Maggy”: 7/5 il primo set a favore del Park, 6/2 per Selva Alta il secondo. A quel punto sotto col super tie-break, dove i lombardi sono stati capaci di annullare due match point e di chiudere 11-9. Festa grande per gli ospiti, dramma sportivo per il club di via Zara.

La parola al presidente del Park, Paolo Givri:Siamo arrivati vicinissimi ad un’impresa pazzesca, i ragazzi e i nostri tifosi sono stati fantastici. Abbiamo assistito ad una giornata di tennis di altissimo livello, così chiaramente fa male perdere. Queste sconfitte qui fanno però venire ancora più voglia di riprovarci, saremo ancora qui l’anno prossimo e ci riproveremo. Un grazie speciale a chi oggi ha sostenuto la squadra, encomiabili”.

A contendersi lo scudetto il 7 e 8 dicembre al PalaTagliate di Lucca saranno dunque Circolo Tennis Vela Messina e Sporting Club Selva Alta Vigevano. La prima a guadagnare l’ambito pass per la due giorni conclusiva è stata la squadra siciliana, che dopo essersi imposta all’andata in trasferta nel derby con il Match Ball Siracusa ha concesso il bis davanti al proprio pubblico centrando l’accesso a una storica finale per il club peloritano.

Negli spareggi salvezza la prima a garantirsi un posto nel massimo campionato anche nel 2020 è stata l’Angiulli Bari, che dopo il 6-0 ottenuto in Puglia ha colto subito il punto che serviva sui campi del Tennis Club Prato, condannando i toscani. Più incerti invece gli altri confronti, nei quali occorrono i doppi per dirimere l’equilibrio: festeggiano TC Italia Forte dei Marmi, CT Massa Lombarda e TC Crema, masticano amaro invece Tennis Club Vomero, ATA Trentino e CT Bologna, che scendono in Serie A2.

Il tabellino:
Park Tennis Club Genova – Sporting Club Selva Alta Vigevano 4-3
Gianluca Mager (G) b. Filippo Baldi (V) 64 61
Roberto Marcora (V) b. Simone Bolelli (G) 64 62
Lorenzo Musetti (G) b. Davide Dadda (V) 61 61
Antoine Hoang (V) b. Pablo Andujar (G) 64 36 63
Lorenzo Musetti/Simone Bolelli (G) b. Roberto Marcora/Davide Dadda (V) 61 61
Gianluca Mager/Alessandro Giannessi (G) b. Filippo Baldi/Antoine Hoang (V) 64 62
Doppio di spareggio: Filippo Baldi/Antoine Hoang (V) b. Gianluca Mager/Alessandro Giannessi (G) 57 62 11-9
Giudice arbitro Giuliano Boggiali; arbitri: Alessandra Zanchetta, Igor Gradi, Danilo Terzi