Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Marassi ferma il Canaletto. Ringrazia il Golfo Paradiso che torna in testa risultati fotogallery

Recchelini primi insieme alla Forza e Coraggio. Crisi per il Bogliasco, Vallescrivia bloccato sul pari dal Real Fieschi

Sempre più appassionante la corsa per la vittoria del Girone B di Promozione ligure. Dopo la settimana passata da leader, il Canaletto infatti viene bloccato da un Marassi determinato, ma che avrebbe potuto anche fare propria la posta piena. I rossoneri infatti vanno sul 2-0 già nel primo tempo grazie al bel gol di Vulpes che al volo la mette di precisione, e al raddoppio di Stradi al 43°. Gara chiaramente indirizzata, ma gli spezzini reagiscono e spingono alla ricerca della rimonta. Il primo squillo è di Costa con la “complicità” di Carozza che esce a farfalle e viene beffato. Al 66° arriva il pari di Marte che scappa sulla sinistra e incrocia il tiro sul palo lontano dove il portiere non può arrivare. 

Ne approfitta il Golfo Paradiso che strapazza la Goliardicapolis con quattro gol. Partono fortissimo i recchelini che dopo un giro di lancette sono già esultanti. Rizzo viene pescato in verticale, tira colpendo il palo, ma è bravo a ritornare sulla sfera per ribadirla in rete. Al 5° ecco il raddoppio di Massaro che la piazza poco dentro l’area di rigore. Goliardica che poi cerca di rialzare la testa, ma non impensierisce la difesa locale. Partita che si chiude nel secondo tempo con la punizione di Monticone che fa 3-0. All’85° Rizzo trova la doppietta che completa l’opera recchelina.

Insieme al Golfo troviamo la Forza e Coraggio che mette in atto un punteggio tennistico sul Valdivara. I biancorossi ipotecano la vittoria subito con Amorfini al 10° poi la doppietta di Naclerio sembrano mettere tutti in discesa. Alla mezzora reagisce il Valdivara che accorcia con Ronconi autore anch’egli di una doppietta. Sull’incerto 3-2 si va al riposo, ma nel secondo tempo si scatenano gli avanti della Forza e Coraggio. Cuccolo riallunga al 52°, poi arrivano ancora i gol di Alvisi e Pesare che completano il 6-2 finale.

Basta una rete al Cadimare per prevalere sulla Don Bosco nel derby che metteva in palio punti importanti per le cause delle due spezzine. Un colpo di testa di Forieri cinque minuti dall’inizio del secondo tempo, consente ai pirati di conservare il quarto posto e restare in scia alle prime, mentre i salesiani restano in piena zona playout.

Lotta salvezza che coinvolge anche il Little Club che nello scontro diretto a Levanto, cede di misura agli spezzini. Rossoblù avanti con Matzedda al 22°, ma il Levanto riesce a pervenire al pareggio con Nicora al 43°. Levanto che poi riesce a ribaltarla con Tuvo al 60°. Gara viva che trova anche il quarto gol, di Rotela che impatta il parziale e forse il 2-2 sarebbe il risultato più giusto, ma all’86° la vittoria del Levanto è marchiata Romano, appena entrato si rivela decisivo.

Provincia di Spezia amara anche per il Bogliasco che non riesce più a fare punti e cade anche con il Magra Azzurri. Al 21° Atzeni la sblocca con un bello spunto in verticale che gli permette di ritrovarsi a tu per tu con il portiere biancorosso e batterlo. Il raddoppio arriva nella ripresa all’80° con Leonini che troverà anche la seconda marcatura personale con il definitivo 3-0. Bogliasco che non va a punti da oltre due mesi.

Un punto importante per il Real Fieschi che riesce a fermare il Vallescrivia sul pareggio e rallentando quindi la rincorsa alle prime posizioni dei valligiani. I biancoarancioni vanno avanti con Maisano al 20°, ma al 43° si fanno raggiungere da Mosto che impatta il parziale. Ko per la Sammargheritese invece che viene colpita a freddo dall’Ortonovo in casa, dopo appena 6’, poi non riesce più a rimontare sprecando anche la superiorità numerica dal 16° per il rosso a Gambino e il rigore assegnato al 43° che Paoletti sbaglia, Nella ripresa si inverte tutto perché prima Peragallo, poi Criscuolo finiscono il 2019 calcistico con un’espulsione a testa. Termina 0-1, Sammargheritese che non riesce a togliersi dai bassifondi.