Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il maltempo ferma il Borzoli ed il San Cipriano riaggancia la vetta risultati fotogallery

Le due dominatrici del campionato continuano a vincere e nonostante una partita in meno a testa, sono ampiamente prime

Tutto in equilibrio in Prima categoria Girone C. Le prime due imbattute a punteggio pieno, sono ora in parità totale anche nelle gare da recuperare. Dopo il rinvio della gara del San Cipriano con il Prato di due settimane fa, nell’ultima uscita il Borzoli si è visto sospendere la partita contro il Cogoleto dopo che il primo tempo si era chiuso sull’1-1 (reti di Federici e Ventura n.d.r.).

I biancocelesti si impongono invece di stretta misura sulla Sampierdarenese in una partita non facile e in cui il San Cipriano gioca in dieci uomini dal 36° per il secondo giallo rimediato da Mattiucci. Ingenuità che sarebbe potuta costare caro, se un tocco di mano in area dei lupi non consentisse a Rizqaoui di siglare la rete che al 40° sancisce la vittoria degli ospiti che ottengono così la nona vittoria di fila e riacciuffano i rivali in vetta a quota 27 punti.

Dietro si cerca di restare vicini per dare un senso ad un campionato che al momento vede le due prime nettamente staccate con 6 punti in più rispetto a chi insegue e una gara da recuperare. Le squadre in lotta per i playoff non si risparmiano, ma devono scontrarsi anche  con la necessità di punti di chi lotta invece per la salvezza. È il caso delle Riese, fermata sul pareggio dalla Vecchiaudace Campomorone che muove una classifica comunque difficile. 

Valligiani avanti subito con Ferrara su punizione dopo appena 6’. I padroni di casa hanno almeno due occasioni per raddoppiare con Casanova e Sacchi, ma in entrambi i casi difettano la precisione. Al 44° quindi i chiavaresi pareggiano anch’essi su tiro da fermo. Batte Savona che la mette a giro sulla barriera superando Imbesi. Nel secondo tempo i campomoronesi riprendono a spingere in cerca del gol che arriva ancora con Ferrara il quale controlla e calcia da dentro l’area per il 2-1. Riese che si espone ai contropiede avversari in cerca del pareggio, ma all’80° vengono premiati da una bella azione di Cappelli che riceve, si accentra dalla fascia e la mette nell’angolino opposto. 

Vince invece la Ruentes che scalza proprio la Riese dal terzo posto grazie alla netta vittoria esterna sulla Pro Pontedecimo. Vantaggio bianconero fortunoso al 21° con la palla che viene colpisce Barabino e si insacca alle spalle di Pelizza per l’autogol granata. I rapallesi raddoppiano nella ripresa con Lalli al 67°. Poco prima Pasti aveva sfiorato il pareggio trovando la respinta di un difensore praticamente sulla linea di porta. Al 76° ecco il tris che chiude la gara con Micheletta.

Fuochi d’artificio fra Prato e Calvarese, squadre che necessitano come l’aria di punti per salvarsi, soprattutto i biancorossi che, però si fanno sospendere al 18° da Pastorino che porta in vantaggio il Prato. La reazione ospite tuttavia è immediata e consente a Nassani di infilare Zampardo per l’1-1 provvisorio. È un primo tempo scoppiettante perché i gol si concentreranno tutti nei primi 45 minuti. Al 33° i biancorossi la ribaltano con la doppietta di Nassani, ma due minuti dopo ecco la replica del Prato con Rossi che fa 2-2. Scatenato Nassani che al 36° contro-replica ai locali con il suo terzo gol e nuovo vantaggio Calvarese. Al 43° Della Giovanna trova la via giusta e batte Meneghello per il 3-3 che sarà definitivo. Nel secondo tempo le difese si registrano e il risultato non cambierà più.

Un solo gol, ma tre punti per il Fegino che batte la Campese e fa un bel passo in avanti in chiave salvezza. Partita viva, ma che sembra bloccata. Alla fine il Fegino ha il merito di crederci di più ed al 90° Ndoj anticipa tutti di testa e firma il gol partita per i locali che respirano.

Vittoria e sorpasso in classifica per il Progetto Atletico sulla Nuova Oregina. Gli azzurroblù trovano il gol al 13° con Zangla. Al 40° Rizqaoui firma il pareggio, ma nella ripresa Zangla si guadagna un calcio di rigore che al 61° Gualdi non fallisce. L’Oregina si espone cercando il pareggio ed all’88° Ossuto trova il terzo gol che chiude la contesa.

Infine molti gol in San Bernardino – Borgoratti, due squadre che cercano di uscire dai bassifondi della classifica. Primo tempo che si chiude in equilibrio: al 2° gol degli arancioverdi con un colpo di testa di Marcelli. Al 47° in pieno recupero Spigno pennella una punizione che batte Cellerino e fa 1-1. Borgoratti che approccia bene al ripresa e dopo cinque minuti Converti riporta avanti gli ospiti. I neroverdi non ci stanno e Ciaravino, appena entrato, trova la via del gol che rappresenta il nuovo pareggio. È il Borgoratti ad averne di più, però e al 65° Marcelli firma la doppietta e il definitivo 2-3 ospite.