Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Golfo cade e perde il primo posto. Il Vallescrivia pensa in grande con Cardini risultati

Ultimo turno del 2019 che laurea il Cadimare campione d’inverno. Vittorie importanti in vetta e in coda. La Goliardica annuncia Dagnino per la panchina

Si chiude anche il 2019 del Girone B di Promozione ligure, che laurea il Cadimare come campione d’inverno grazie alla vittoria nel derby contro il Canaletto. Gara iniziata male dai pirati, sotto per il gol di Marozzi. Pareggio di Del Santo alla mezzora. Nella ripresa Lunghi ribalta il parziale, poi il Canaletto perde in cinque minuti Ambrosini e Marozzi espulsi, e al 77° Rossi chiude la contesa. 

Clamoroso ko per il Forza e Coraggio che perde nell’altro derby con la Don Bosco, che riesce a ottenere punti preziosi per la salvezza. Salesiani avanti già al 5° con Pannone, ma Naclerio pareggia dieci minuti dopo. Gli ospiti poi falliscono un rigore con Amorfini, e allora al 76° Pannone con la doppietta personale decide la gara.

Brutto finale di 2019 per il Golfo Paradiso che cade contro un modesto Ortonovo cinico quanto basta per fare bottino pieno. Rete all’8° di Verona che anticipa tutti di testa e fa 1-0. Golfo che reagisce e sfiora il pareggio con una bomba di Garrasi che si stampa all’incrocio dei pali. Poi al 42° Cerrone provoca il rigore e viene espulso. Lorenzini non sbaglia dagli undici metri e firma quello che sarà il definitivo 2-0. Golfo che resta a -1 dalla vetta.

Vittoria importante invece per la Sammargheritese che torna a fare tre punti contro il Valdivara grazie all’incornata di Olmo che al 30° decide la contesa. Sempre in chiave salvezza era uno scontro diretto quello fra Bogliasco e Real Fieschi. Alla fine prevalgono i biancorossi che tornano a vincere dopo otto partite e riescono quindi ad evitare che il gap con chi precede si allunghi. Bel gol quello del vantaggio bogliaschini con Cappelletti che scappa in profondità e la piazza rasoterra al 58°. È ancora il numero 8 che in contropiede all’83° la chiude con il raddoppio. Per il Real Fieschi un passo indietro dopo le ultime prestazioni incoraggianti.

C’è anche il Vallescrivia a voler recitare una parte da protagonista in termini di promozione. I ronchesi si impongono in casa sul Levanto e salgono a quota 29 punti, ovvero -2 dalla prima. Primo tempo in cui si lotta molto a metà campo ed è Cardini a sbloccarla al 32°. Nel secondo tempo fatica a decollare la gara e allora ci vuole ancora il numero 10 locale raddoppia mettendo virtualmente in ghiaccio la gara che arriva all’80° con il doppio vantaggio locale. Ma a 10’ dalla fine ecco la zampata di Rezzano che rianima i levantini che all’86° riescono a pareggiare con Barilari. Sembra che l’inerzia sia a favore del Levanto, invece con grande carattere il Vallescrivia si ricompone e due minuti dopo torna davanti con Fassone che fa esplodere i tifosi e regala tre punti ai valligiani. 

Vola la Goliardicapolis che pur senza un allenatore fisso (anche se è di queste ore l’annuncio di Dagnino) strapazza il Magra Azzurri e si rilancia in zona playoff. Al 5° Mura sblocca la palla con una girata da gran bomber. Passano tre minuti e Bottino è rapace nell’insaccare una palla crossata dalla fascia, che giunge dopo un paio di deviazioni al centrocampista granata che da due passi la mette dentro. La Goliardica è in controllo della gara, ma nel finale di frazione Mura rimedia il secondo giallo e lascia i suoi in dieci uomini.

Nel secondo tempo ci si aspetta il forcing del Magra, e invece al 58° De Martini viene dimenticato dalla difesa ospite e può staccare di testa per il 3-0. Gli ospiti si vedono solo al 73° con una gran conclusione di Leonini che prova a riaprirla, ma al 91° Dotto chiude i conti con un rigore in movimento dopo un gran lavoro di De Martini.

Partita emozionante anche fra Little Club e Marassi. Dopo un primo tempo lento e con poche occasioni, tutto cambia con il lampo di Alagona sul filo di lana che fa 1-0. Il Marassi poi pasticcia ad inizio secondo tempo e Ricci raddoppia. Sembra indirizzata per i grifoni, ma la reazione rosanero è veemente. Al 55° accorcia Raso e tre minuti dopo ecco il pareggio di Stradi. Il Marassi prende il controllo e all’88° trova la zampata del 2-3 di Ghiglia, che fa esplodere di gioia gli ospiti che si rilanciano in classifica, inguaiando invece il Little Club.