Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il cardinale Bassetti: “La giustizia di Dio travolge le città costruite lungo i fiumi”

Per il presidente della Cei "le città costruite sull'egoismo e la giustizia non reggono, la giustizia di Dio infine le travolgerà"

Firenze. “Le città costruite su valori instabili, su una concezione disumana della vita, sull’egoismo, sul sopruso, sull’ingiustizia, queste città e queste case non reggono, la giustizia di Dio infine le travolgerà”. Lo ha affermato il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, nell’omelia pronunciata a Firenze alla Messa celebrativa dei suoi 25 anni di episcopato.

“I poveri, sempre emarginati, le calpesteranno – ha aggiunto – quasi come segno di liberazione, perché è meglio rifugiarsi nel Signore che confidare nei potenti”. Per Bassetti “il Vangelo di Matteo fa eco al monito di Isaia: solo la casa fondata sulla roccia può resistere alla violenza del tempo. E la nostra roccia, lo dico con forza, è il Signore: solamente sulla sua parola si può fondare una vita degna e generosa”.

“Abbiamo una città forte, ci ha ricordato il profeta Isaia, circondata da mura e bastioni: ma è anche una città fragile, lo sottolineo continuamente, l’Italia ha un territorio fragile come gli abitanti che la abitano“, ha proseguito il cardinale.

Per Bassetti “la città e le case costruite sulla roccia non cadono; vengono meno invece quelle costruite sulla sabbia, quelle lungo i fiumi, come abbiamo visto anche in questi giorni, perché le travolge la piena”. Secondo il cardinale “rimane salda, questa città, solo se ancorata alla roccia che è il Signore: altrimenti è travolta e diroccata. Solo Dio è la roccia sulla quale possiamo fondare la nostra vita personale e comunitaria”.