Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Eroi per caso, dipendenti Amt soccorrono una bimba di un anno: “Era cianotica, salva per un pelo”

E' successo al capolinea di Brignole, un controllore e un verificatori sono stati applauditi dalla mamma della piccola e dai passanti che hanno assistito alla scena

Genova. La piccola, 18 mesi, era nel suo passeggino, silenziosa e apparentemente tranquilla. In realtà stava soffocando, ma la madre impegnata al telefono, non poteva accorgersene, visto che l’apertura del passeggino era fuori dalla sua vista.

Siamo in piazza Verdi, nella zona dei capolinea dei bus davanti alla stazione di Genova Brignole. Sono le 12e15 di un martedì come tanti. Anzi no, di un martedì pre-natalizio di emergenza viabilità. E non è un dettaglio. Perché se non ci fossero stati gli autobus gratis, forse, uno dei protagonisti di questa storia non avrebbe potuto svolgere il suo compito di “eroe per caso”.

Ad accorgersi che quella bambina non stava bene, viola in volto, cianotica, è stato un controllore Amt. Non sapendo che fare, oltre a chiamare i soccorsi, ha allertato un collega verificatore, sempre dipendente Amt che, avendo prestato servizio in passato sulle automediche, sapeva come comportarsi.

Ha attuato immediatamente le manovre necessarie per far tornare la piccola a respirare e quando sono arrivati i soccorsi del 118 la bambina era già fuori pericolo (è stata comunque portata al Gaslini per accertamenti).

Il tutto è accaduto davanti agli occhi della madre della bimba e di tante persone che, per tutto il tempo, hanno fatto il tifo per lei e per i due addetti Amt che hanno saputo fare la cosa giusta al momento giusto.