Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella, 2-0 alla Juve Stabia: i commenti di mister Boscaglia, Eramo e Beppe De Luca risultati fotogallery

Le parole dell'allenatore e degli autori delle due reti al termine della partita vittoriosa sui campani

Chiavari. La Virtus Entella ha battuto per 2-0 la Juve Stabia, diretta concorrente nella corsa alla salvezza. Per i chiavaresi è la quinta vittoria, grazie alla quale si portano in undicesima posizione in classifica.

Virtus Entella vs Juve Stabia

Roberto Rocco Boscaglia commenta: “Abbiamo fatto la partita che volevamo fare e che speravamo di fare, contro un avversario ostico, che ci ha comunque sempre attaccato, una squadra che ti mette in difficoltà, soprattutto lì davanti. Abbiamo corso pochi rischi e abbiamo prodotto tanto, lavorando molto in verticale, sulla loro giocata in avanti. Loro sono una squadra che vuole giocare ma che aggredisce molto anche in avanti quando non hanno palla e quando la perdono”.

“Sicuramente è stata una vittoria meritata – dice il mister – visto anche il numero di occasioni che abbiamo creato, i gol sbagliati, le grandi parate del portiere. La partita poteva essere chiusa prima con un risultato più rotondo. Però siamo molto contenti perché chiedevo alla squadra un po’ di cattiveria agonistica in più e c’è stata. Dobbiamo continuare, sappiamo che il percorso è ancora duro e lungo, abbiamo una buona classifica ma in Serie B se vinci due partite ti trovi a lavorare e giocare per i piani alti, se ne perdi due purtroppo ti ritrovi nelle sabbie mobili”.

Per la prima volta in questo campionato l’Entella ha segnato due gol. “Abbiamo costruito anche nelle altre partite, siamo stati a volte un po’ sfortunati; un po’ bravi gli avversari, un po’ meno bravi noi. Era una partita molto importante, uno scontro diretto, quindi sapevamo che era importantissimo vincerla. L’abbiamo fatto, quindi benissimo” conclude l’allenatore.

Mirko Eramo dichiara: “È una vittoria che ci fa bene, ci fa lavorare bene. Non è una vittoria che ci deve far stare tranquilli, perché dobbiamo stare sempre sul pezzo e continuare a fare quello che stavamo facendo anche quando le cose non stavano andando per il verso giusto, perché sapevamo che era la strada giusta. Siamo contenti di questa vittoria, però dobbiamo continuare su questa strada”.

“Ce lo siamo detti anche tra di noi questa settimana – prosegue il centrocampista – che non avevamo fatto mai due gol in una partita, quindi forse anche questo era il problema. Però la squadra ha lottato tutte le partite; anche a Verona ha fatto la sua partita, purtroppo abbiamo iniziato con l’handicap del prendere il gol dopo un minuto quindi la partita si era messa un po’ su un binario difficile. Però devo dire che la squadra è viva: nello spogliatoio abbiamo il morale altissimo, ci vogliamo bene tra di noi e siamo in perfetta sintonia con lo staff, quindi la strada è quella giusta e ci toglieremo delle soddisfazioni”.

Quarto gol in campionato per Giuseppe De Luca. “Oggi era una partita molto complicata, molto difficile – spiega l’attaccante -, contro una squadra molto ben preparata, con dei buoni giocatori. Però oggi abbiamo interpretato la partita in un modo veramente feroce, con la voglia di vincere, di portare a casa questa partita. Dal primo minuto fino al novantesimo non c’è mai stata partita; abbiamo creato non so quante palle gol, quindi c’è anche un pizzico di rammarico per aver vinto 2 a 0 dopo quello che hai creato. Oggi l’importante era portare a casa i tre punti; siamo contenti di questo che era l’unica cosa che contava e dobbiamo continuare così”.

“Devo soltanto ringraziare i miei compagni, lo staff tecnico, i fisioterapisti, tutte le persone che fanno parte dell’Entella e mi sono state vicine anche nei momenti di difficoltà, perché sicuramente ho passato anche dei momenti non bellissimi. Loro hanno sempre cercato di sostenermi e aiutarmi. Io ho sempre detto che li posso ripagare sul campo; quindi sto cercando di dare il mio contributo e voglio continuare così. Quello che ho fatto è anche grazie a loro che mi hanno sempre sostenuto. Rimaniamo un punta di piedi; preferisco rimanere così, poi i dati a fine anno diranno se sono tornato il De Luca di prima. Di certo le partite che sto facendo ora stanno dando continuità anche al giocatore che sono; voglio continuare così, non voglio sicuramente fermarmi. Essere un po’ altalenante è sempre stato un mio freno – conclude De Luca -, quindi devo solo continuare così a lavorare e vedremo che succede”.