Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Autostrade, crolla soffitto galleria A26. Tratta chiusa e riaperta da Masone a Voltri fotogallery

La galleria in questione è la Bertè, all'altezza del chilometro 13. Nessun ferito, si lavora per riaprire il tratto con uno scambio di carreggiata

Aggiornamento ore 0.00: La tratta Masone – bivio A10 è stata riaperta al traffico, come la stazione di Masone verso Genova.

Genova. Una parte della volta del soffitto della galleria Berté della A26 è crollato al suolo, sulla carreggiata sud, quella in direzione Genova.

Il tratto di A26 tra Masone e il Bivio con l’A10 è quindi al momento chiuso al traffico, con conseguenti disagi sulla circolazione per chi viaggia verso Genova e Savona. Secondo quanto comunicato da Autostrade per l’Italia si tratta della galleria Berté, e a crollare sarebbe stata una “ondulina e alcune parti dell’intonaco a cui era collegata, le cui cause sono in corso di accertamento”.

Non si registrano feriti. Una lunga coda si è formata al casello di Masone, con diversi chilometri di incolonnamenti, mentre decine di macchine sono rimaste ferme nel tratto chiuso. È in corso l’installazione di uno scambio di carreggiata per consentire la riapertura al traffico in doppio senso di circolazione.

A tutti i veicoli si consiglia di percorrere la diramazione Predosa Bettole e successivamente la A7 Serravalle-Genova. I veicoli leggeri che si trovano oltre il bivio per la diramazione Predosa-Bettole, devono uscire obbligatoriamente a Masone e possono proseguire attraverso la Sp456 del Turchino. Sul luogo dell’evento sono presenti il personale di Autostrade per l’Italia, la polizia stradale ed i mezzi d’opera, insieme ai vigili del fuoco, che stanno valutando la situazione.

“Ci dispiace per quello che è successo”, ha detto l’ad di Autostrade Roberto Tomasi a Genova per un incontro col presidente Toti, spiegando che sono in corso le valutazioni dei tecnici sulle cause dell’accaduto. Dure le parole del governatore: “Sono allibito, nessuno si immaginava che potesse crollare il soffitto di una galleria”. Aspi è stata convocata d’urgenza dalla ministra dei trasporti De Micheli.

La procura di Genova ha deciso di procedere al sequestro del materiale crollato dalla volta e di ispezionare la galleria, che al momento non è stata colpita da alcun provvedimento. In seguito ai controlli di Aspi e vigili del fuoco, come spiegano fonti qualificate della magistratura, si valuterà il da farsi.