Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Apparizione di nuovo capolista. Voltri a forza cinque, ora si sogna risultati

I bianconerazzurri si aggiudicano lo scontro al vertice con l’Atletico Genova e tornano soli a condurre. Il Pieve pareggia fra le polemiche

Si chiude con un big match l’anno della Seconda categoria girone C. L’Atletico Genova ospitava l’Apparizione. Squadre divise da un solo punto in favore dei locali che trovano anche il gol del vantaggio nel finale di prima frazione con Petranca che lascia partire un tiro perfetto dai venti metri e sblocca la partita. 

Gli ospiti reagiscono subito, ma il gol del pareggio arriverà solo nel secondo tempo grazie al capocannoniere del torneo. Bojang infatti anticipa tutti su una palla bassa dalla fascia e gira in rete. Da qui l’Apparizione domina il campo, spinge e crea, ma Zamboni sventa ancora su Bojang e poi Cuccaro. Nulla può, però al 64° quando Zanardi pesca il jolly e la mette nell’angolino basso. Partita ribaltata che si innervosisce e lascia le squadre in dieci. Espulsi Bonica e Terramagra, ma è l’Apparizione a gestire e prendersi i tre punti per diventare campioni d’inverno.

Non riesce a seguire l’Apparizione il Pieve che viene bloccato dal Davagna sull’1-1. Zirulia la sblocca al 78°, poi in pieno recupero l’arbitro fischia un rigore molto contestato dai locali che Ghigo trasforma per il pareggio che consente al Davagna di restare in acque tranquille, mentre fa montare di rabbia il Pieve.

Non si gioca Bavari – Begato per impraticabilità del campo, mentre Vecchio Castagna e Cornigliano si affrontano a viso aperto in una gara  equilibrata che si conclude, giustamente, in parità. Gialloblù a fare la gara, neroverdi a rispondere in contropiede. Botta e risposta nel primo tempo con Mitrushi che porta in vantaggio gli ospiti al 22°, ma due minuti dopo Miggiano ristabilisce la parità.

Nella ripresa Di Meo devia maldestramente un pallone che elude l’intervento di Nicoletti e provoca il nuovo vantaggio ospite. Ma al 65° Goglia c’è e trova il meritato pareggio. Levantini che spingono, ma Consigliere e la sorte salvano il Cornigliano che rischia grosso al 74° quando Goglia calcia a botta sicura, ma il palo sputa indietro la sfera.

Trova tre punti importanti il Borgo Incrociati che allunga proprio sul Cornigliano. Giallorossoneri che passano sul campo del Ravecca, ultimo insieme al Bavari. Apre Prestanizzi alla mezzora. Olcelli pareggia di testa ad un quarto d’ora dalla fine, ma Moreno risolve mischia e gara con un tiro sottomisura all’85°. 

Pioggia di gol fra Lido Square e Montoggio che alla fine non premia nessuno se non lo spettacolo. Volevano vincere entrambe, i locali per avvicinarsi ai primi posti, i valligiani per allontanarsi dai bassifondi. Ne è nata una gara che si sblocca subito con Jacopo Morando che al 6° fa 0-1. Al 27° ancora Morando raddoppia e sembra una gara in discesa anche perché nella ripresa il Montoggio tiene il campo, contiene la reazione e al 70° cala il tris con Zubani. Sembra vinta, invece un minuto dopo una punizione di Ruffa la riapre. Passano tre minuti e Simone Morando accorcia ancora. Il Montoggio ha paura, si chiude, ma il Lido spinge forte e all’80° ottiene un clamoroso pareggio ancora con Simone Morando. Finisce 3-3, ma quanto rammarico per i valligiani.

Chiude l’anno in bellezza il Voltri 87 che ha vissuto un dicembre perfetto. Con il Crocefieschi arriva una vittoria netta, per 5-2, ma soprattuto è la quarta vittoria consecutiva per i biancoblù che ora possono guardare alla classifica con fiducia e sognare anche. Il gol che sblocca la è un capolavoro di Rittore che al 13° al volo dal limite fredda Podrecca. La risposta del Crocefieschi non arriva e allora alla mezzora Aufiero è pronto a girare in porta un pallone messo in area basso. Si va alla ripresa i locali cercano di rialzare la testa, ma quando Fedri pennella una punizione imprendibile per Podrecca sembra tutto deciso. Invece i padroni di casa riescono a reagire e tornano in partita al 65° con Beroldo. Due minuti dopo Angius accorcia ulteriormente, e il Crocefieschi ci crede ora, ma il Voltri ha una buona scorza e Aufiero nel momento più difficile riesce a pungere ancora con un colpo di testa che è il poker ospite. I padroni di casa a questo punto non ci credono più e all’88° un rigore di Fedri fissa il 2-5 finale.