Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Toti: “In Liguria la peggiore ondata di maltempo dal 1953, emergenza come ponte Morandi”

I danni ammontano a 360 milioni: "Chiediamo al governo apposito decreto legge come per Venezia e mareggiata 2018"

Genova. “Questa, secondo i dati rilevati dal nostro ufficio meteorologico, è la peggiore ondata di maltempo dal 1953. Erano decine di anni che la Liguria non viveva quello che abbiamo passato fino ad oggi. Questo, coniugato al tema delle autostrade, crea una situazione di emergenza sulla Regione Liguria che non si vedeva da quella di Ponte Morandi”. Lo ha detto il presidente ligure Giovanni Toti durante il punto stampa convocato nella sede della protezione civile regionale nel mezzo dell’ennesima allerta meteo arancione confermata su gran parte della Liguria fino alle ore 18.

La conta totale dei danni che verranno chiesti al Governo ammonta a 360 milioni, di cui 60 di somme urgenze. Dopo la prima richiesta inoltrata a Roma ne sono stati riconosciuti appena 9,3. “Credo che il Governo debba venirci incontro, lo dico senza alcun intento polemico – ha detto Toti – ma voglio specificare che i fondi per il dissesto idrogeologico sono stati sempre impiegati dalla Regione Liguria al 100%. Se il Governo ha bisogno di proposte, può finanziare il nostro piano triennale di difesa del suolo che ammonta a 200 milioni ed è già nelle mani del ministero dell’ambiente. Serve un intervento urgente del governo”.

La Liguria chiederà quindi al Governo un apposito decreto legge sul modello dell’emergenza a Venezia e della mareggiata del 2018. “Immagino che questo possa essere lo strumento più adatto per muoversi nelle prossime ore, su quei lavori non possiamo più aspettare”, ha ribadito Toti. “La mareggiata dell’anno scorso – ha aggiunto l’assessore alla protezione civile Giacomo Giampedrone – ha avuto gli stessi impatti negativi che ha questo evento paragonabile solo al 1953″.

Ammontano ad oltre 550 milioni i finanziamenti attivati dal 2015 ad oggi su tutto il territorio da Regione Liguria, che ha impegnato al 100% e per la maggior parte già speso le risorse assegnate per manutenzioni ordinarie e straordinarie, per interventi di protezione civile e di difesa del suolo. In particolare, tra il 2015 e il 2018 sono stati spesi tutti i finanziamenti assegnati alla Liguria per manutenzione ordinaria e straordinaria per circa 15 milioni. Dal 2015 al 2018 sono stati inoltre assegnati alla Liguria e tutti impegnati ulteriori 193 milioni complessivi per interventi di Protezione civile. Per quanto riguarda la difesa del suolo, dal 2015 ad oggi sono stati assegnati alla Liguria finanziamenti per complessivi 344 milioni e 863.529,12 euro: anche in questo caso le risorse sono state interamente assegnate, con la cantierizzazione in corso per quanto riguarda gli interventi del 2019 (per oltre 10,2 milioni).