Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestrese battuta a Diano Marina: la vetta si allontana risultati fotogallery

Verdestellati che vengono superati anche dal Varazze al secondo posto. Clamorosa manita della Praese nel derby con l’Arenzano

Decima giornata di campionato in Promozione Girone A, che ha visto tanti gol e risultati anche eclatanti. Non sorprende la vittoria della capolista Taggia che ha vita facile sul fanalino di coda Loanesi. Partenza col botto con i giallorossi subito avanti con Celotto al 10°. Reazione immediata dei rossoblù che pareggiano grazie al rigore trasformato da Antonelli al 12°, ma tre minuti più tardi i taggiaschi tornano avanti con Ravoncoli. La Loanesi se la gioca, ma in avvio di secondo tempo subisce il tris ancora da Celotto che chiude virtualmente la contesa. Nel finale c’è tempo per il poker di Codeglia.

A rispondere alla capolista è il Varazze che in un altro scontro agli antipodi con il Camporosso fatica di più a spuntarla. Ci vuole un rigore in avvio di secondo tempo trasformato da Luca Baroni per rompere l’equilibrio. Gli ospiti si sbilanciano e vengono puniti due volte da Perrone, entrato nella ripresa che la chiude con una doppietta.

Un solo gol, ma pesantissimo, basta alla Dianese per interrompere la serie positiva della Sestrese. I rossoblù si impongono sui verdestellati grazie alla zampata di Mehmetaj che al 71° sblocca la gara. I genovesi non riescono a rientrare e devono cedere il secondo posto.

Si accorcia la classifica anche grazie al Via dell’Acciaio che trova la terza vittoria consecutiva con un rotondo 3-0 sul Celle. Vantaggio al 25° con Chiarabini che, ben servito da Guelfi, la mette di precisione. Al 42° arriva il raddoppio firmato Falsini che segna un gol facile quanto improbabile. Uscita a farfalle di Scala su cross dalla fascia, palla che arriva sul petto del puntero blugranata che non può sbagliare. Nel finale, prima il Celle resta in dieci per il secondo giallo a Sofia, poi a 2’ dalla fine arriva il tris Via dell’Acciaio con Pozzati che in contropiede non fa sconti.

Vittoria quasi clamorosa della Praese in cerca di punti salvezza nel derby con l’Arenzano, che invece cercava di restare fra le prime della classe. Avvio di partita che vede subito i biancoverdi in attacco, anche se con poca efficacia. Cambia tutto al 38° quando Tacchino scatta sul filo del fuorigioco, resiste alla carica di un avversario e calcia di potenza battendo Caffieri. L’Arenzano subisce il colpo e al 45° Cisternino raddoppia.

La reazione dei padroni di casa arriva in avvio di ripresa con un tiro di Angius che sfiora la traversa. La Praese, però c’è ed è in giornata di grazia. Al 60° Perego anticipa tutti di testa e mette il parziale in ghiaccio. La Praese gioca sul velluto e trova il poker con Morando con una conclusione violenta ed improvvisa su cui Caffieri non può nulla. C’è tempo ancora per il gol di Sabor in pieno recupero che cala una clamorosa manita per la Praese.

Manita che viene ripetuta anche dal Ventimiglia a spese del Serra Riccò. Rea apre le marcature al 36°. Ventre raddoppia al 45° su rigore. Nella ripresa i gialloblù si espongono troppo e i frontalieri si scatenano con Salzone, ancora Ventre e nel finale Sparma. Serra che viene agganciato proprio dalla Praese.

Pareggio fra Ceriale e Legino, con un punto a testa che muove poco la classifica per entrambi, soprattutto per i cerialesi che restano nelle zone pericolose della graduatoria. Ospiti che vanno in vantaggio al 43° con Rignanese e che conducono fino alla fine la partita, ma all’89° un gol del nuovo entrato Bonifazio consente al Ceriale di evitare il ko. Reti inviolate fra Veloce e Bragno, con un punto che fa più comodo ai granata rispetto ai valligiani che restano a metà classifica.