Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Semifinali: il Park Tennis Club Genova affronterà il Selva Alta Sporting Club

Andata a Vigevano, ritorno in via Zara

Genova. Sarà il Selva Alta Sporting Club di Vigevano l’avversario del Park Tennis Club Genova nelle semifinali del campionato nazionale di Serie A1. Il sorteggio che si è svolto presso la Federtennis di Roma ha infatti assegnato ai gialloblù il circolo lombardo, con andata a Vigevano sui campi veloci domenica 24 novembre e ritorno sulla terra rossa di via Zara domenica 1 dicembre.

Lo Sporting Club Selva Alta, inserito nel girone 2 in regular season, ha inanellato cinque vittorie ed un pareggio contro il Parioli, classificatosi poi secondo a 6 lunghezze. Elemento di spicco del team lombardo è Filippo Baldi, 212 del ranking mondiale Atp, cresciuto nel vivaio, affiancato da altri volti noti della categoria, come “Bobby” Marcora, Uladzimir Ignatik ed Alessandro Bega.

Il precedente fra i due circoli è decisamente di buon auspicio per il Park, che nel 2018 affrontò due volte il Selva Alta nel girone impattando a Genova 3-3 e vincendo poi 5-1 al ritorno in Lombardia.

Non si nasconde Vittorio Cuneo, direttore sportivo del Park: “Il nostro obiettivo è chiaro fin dall’inizio della manifestazione e per arrivarci bisogna affrontarle e batterle tutte. Con Vigevano sarà una partita apertissima, di alto livello, una festa dello sport ai massimi livelli. Noi siamo coesi e carichi, garantisco. Il vantaggio di giocare il ritorno in casa potrebbe essere decisivo, lo speriamo e sono certo che i nostri tifosi daranno un contributo importante alla causa”.

Il Park ha chiuso ampiamente al comando il suo girone, pur perdendo domenica scorsa 5-1 a Torre del Greco. Una sconfitta dal sapore dolce peraltro quella dei ragazzi del capitano Tommaso Sanna, perché in Campania hanno esordito davvero tre ragazzini, Tommaso Lippolis, Oscar Callo e Davide Cortimiglia. Un motivo di grande soddisfazione questo per tutto il circolo del presidente Givri.