Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria-Atalanta, Gasperini non si presenta per polemica contro il mancato rosso a Ferrari risultati

Ranieri replica: "Barrow non stava andando verso la porta, giusto il giallo"

Genova. L’Atalanta polemizza sulla mancata espulsione di Ferrari su Barrow, sostenendo che l’arbitro avesse sbagliato. In sala stampa si presenta il direttore generale Umberto Marino che dice: “Irrati è un buon arbitro, ma doveva essere aiutato, sia dal guardalinee sia dal var. Non ci piangiamo addosso per i vari torti subiti nel corso del campionato, ma gli organi preposti sanno di aver sbagliato in alcune occasioni, episodi gravi speriamo non si ripetano”.

Ranieri risponde: “Se un avversario va verso la porta è rosso, se non va verso la porta è giallo. Ferrari era ultimo uomo, ma Barrow va verso l’esterno, è successo anche a noi a Ferrara, per questo non avevamo protestato”.

Il mister blucerchiato si accontenta del pareggio: “Mi sono dovuto giocare due cambi per infortunio”, oltre a Bonazzoli anche Vieira ha chiesto il cambio per qualche problema, dopo una partita di grande sacrificio. “Devo fare i complimenti ai giocatori, giocare contro Atalanta, se pur senza grandi giocatori come Zapata o Ilicic, è comunque difficile, loro sono una grande squadra”.

La consapevolezza che la squadra sia molto più solida e lottatrice, ma manchi ancora la fase offensiva, c’è: “Ma piano piano arriveremo anche a quello, quando costruisco una casa parto dalle fondamenta, poi penso ai quadri, ai fiori, i fiori sono i gol. Per noi i gol sono la via della seta”.

Sulle scelte iniziali Ranieri spiega che Gabbiadini è finito in panchina perché Bonazzoli doveva attaccare lo spazio, così anche il suo sostituto, Caprari, che secondo Ranieri ha fatto una buona partita “Costringendo la difesa dell’Atalanta a remare indietro”.

Ora c’è la sosta, una manna: “Cercheremo di rivitalizzare quei giocatori che hanno quella qualità in più, ma che devono correre come quelli che ce l’hanno di meno”. Su Quagliarella: “Fabio l’ho ringraziato, si trova là, ma non ha i giocatori che possono dargli le palle che ama. Vedo però che già in allenamento comincia a centrare la porta”.

Il mister ha scelto ancora il 4-4-2: “Vedo che i ragazzi digeriscono bene questo modulo, mentre con il rombo i tre centrocampisti devono occupare molto spazio nell’ampiezza del campo; così invece chiudiamo meglio. Non voglio, soprattutto all’inizio, passare da un modulo all’altro rischiando di disorientarli. Non è detto che rientri il rombo. Il 3-5-2 mi piace di meno”.

Ranieri fa un primo bilancio della sua esperienza alla Sampdoria: “Sono soddisfatto, ho un buon feeling con i giocatori, lavorano bene in allenamento”. L’ultima parola è per i tifosi: “Voglio ringraziare il pubblico, ci è stato vicino”.