Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria-Atalanta, finisce 0-0 con i bergamaschi in 10 risultati

Partita nervosa e povera di occasioni

Genova. Pareggio a reti bianche tra Sampdoria e Atalanta. Partita nervosa, povera di occasioni da rete, con la Sampdoria che non è riuscita ad approfittare della superiorità numerica nell’ultimo quarto d’ora dopo l’espulsione di Malinovsky. Buona la copertura difensiva dei blucerchiati, che hanno impedito all’Atalanta, rimaneggiata negli elementi, di non fare il solito gioco. Permane la difficoltà di arrivare al tiro in porta. Rispetto alla partita contro il Lecce però, almeno un punto i blucerchiati l’hanno portato a casa.

Primo tempo: si fa male Bonazzoli

Ranieri opta per un 4-4-2 con Depaoli e Jankto esterni di centrocampo. La coppia d’attacco è formata da Bonazzoli e Quagliarella. Si parte con una discreta intensità e l’Atalanta che prima affianca Papu Gomez a Muriel, poi Malinovskyj.

La prima occasione è al 9′ sui piedi di Pasalic: il tiro, deviato, colpisce l’esterno della rete. Sulla ripartenza la Samp arriva al tiro con Jankto, che cerca di ottimizzare un assist in diagonale leggermente lungo di Bonazzoli, palla fuori. Lo scatto e il passaggio sono però costati caro all’attaccante blucerchiato che si tiene la coscia destra, probabile stiramento e sostituzione obbligata. Dentro Caprari (13′).

La partita non decolla e gli episodi si contano sulle dita di una mano. Al 30′ cross di Caprari e rovesciata di Quagliarella deviata in angolo. Passano due minuti e sugli sviluppi di un corner, Toloi stoppa in area si gira e tira di prima intenzione: palla sopra la traversa.

L’Atalanta cresce e ora sembra maggiormente in controllo. La Sampdoria rischia al 37: l’uscita di Audero su Muriel fuori area diventa oggetto di un silent check di Irrati perché il portiere blucerchiato è sospettato di toccare la palla con la mano fuori dall’area. Nessuna sanzione per lui.

Audero salva i suoi nel recupero respingendo coi pugni una punizione a giro di Malinovskyj.

Secondo tempo: Atalanta in dieci

Si riparte con la Sampdoria subito in avanti, imbucata di Caprari per Jankto, che però non riesce a superare Gollini in uscita (46′). Gasperini butta dentro Arana per Hateboer, sistemandolo esterno sinistro di centrocampo, e Barrow per Muriel. Raniera continua a comunicare a gesti maggiore compattezza.

Arriva il momento di Ramirez per Quagliarella, che anche stavolta non è riuscito a incidere come ci si attenderebbe da un giocatore come lui (69′).

Irrati opta per il cartellino giallo a Ferrari, quando il difensore atterra Barrow lanciato verso l’area di rigore (73′).

Malinovsky, già ammonito, viene espulso al 74′ per doppia ammonizione dopo un fallo su Vieira, ma la Sampdoria non riesce ad approfittarne. La partita continua a essere nervosa e con gli spazi occupati. Ranieri cambia Vieira con Bertolacci, Papu Gomez riesce a penetrare centralmente, proprio dove Vieira aveva fatto buona guardia e arriva quasi in area, pressato non inquadra la porta (84′). Si tratta dell’ultimo brivido in una partita davvero povera di emozioni.

Sampdoria-Atalanta 0-0

Sampdoria: Audero, Bereszynski, Ferrari, Colley, Murru, Depaoli, Ekdal, Vieira (82′ Bertolacci), Jankto, Quagliarella (69′ Ramirez), Bonazzoli (13′ Caprari).

A disposizione: Falcone, Augello, Chabot, Linetty, Barreto, Rigoni, Thorsby, Murillo, Gabbiadini.

Allenatore: Ranieri

Atalanta: Gollini, Toloi, Palomino, Djmsiti, Hateboer (59′ Arana), De Roon, Pasalic, Castagne, Malinovsky, Gomez, Muriel (62′ Barrow).

A disposizione: Rossi, Sportiello, Kjaer, Masiello, Gosens, Freuler, Piccoli, Da Riva, Ibanez, Traore.

Allenatore: Gasperini

Arbitro: Irrati di Pistoia

Ammoniti: Depaoli, Ferrari (S) Castagne, Malinovskyj, Gomez (A)

Espulso: al 74′ Malinovsky

Spettatori: paganti 2.768, incasso euro 50.075, 17.031 abbonati, rateo 177.402.