Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Recco, lampioni ‘spia’ con telecamere e microfoni. Avviata la sperimentazione di sei mesi

Saranno n grado di interpretare in tempo reale i tracciati video delle telecamere, per individuare situazioni di pericolo per persone e di promuovere interventi mirati

Genova. Sono stati installati in largo dei Mille i “pali intelligenti”. Nonostante il meteo non favorevole i tecnici della Himarc (ex Marconi) hanno montate 4 lampade per la pubblica illuminazione di ultima generazione che permettono di raggiungere due obiettivi: illuminare la strada e controllare il territorio grazie alla presenza di micro telecamere. Di particolare importanza sarà il monitoraggio sul conferimento dei rifiuti, mentre anche le ricadute economiche a livello di consumi sono rilevanti, visto che le lampade garantiranno il risparmio sul consumo dell’energia elettrica del 70%.

Terzo aspetto importante è che i pali intelligenti offriranno la connessione wi-fi in tutta la zona. L’installazione, a costo zero per il Comune dei Recco, riguarda i 4 punti luce presenti su un palo collocato al centro di Largo dei Mille e il punto luce sul palo in corrispondenza di via Assereto. Il livello di sicurezza dei cittadini viene innalzato tramite l’impiego di tecniche di “intelligenza artificiale”, in grado di interpretare in tempo reale i tracciati video delle telecamere, per individuare situazioni di pericolo per persone o cose e, in tempo reale, di promuovere interventi mirati a evitare o almeno ridurre conseguenze più gravi.

Due punti luce sono stati sostituiti con tecnologia Marc 5D-S, equipaggiati ciascuno con due telecamere, microfono e altoparlanti; due punti luce sono stati sostituiti con due apparati 5D-L configurati per la sola funzione di illuminazione. Il server, con relativo software di controllo e supervisione, sarà a disposizione della Polizia Locale; la sperimentazione durerà 6 mesi.

“Con l’utilizzo di queste tecnologie sarà possibile dimezzare i costi dell’energia elettrica mentre la presenza di telecamere consentirà di ampliare il sistema di sorveglianza, utile anche ai fini della vivibilità e della sicurezza urbana” commentano il sindaco Carlo Gandolfo e il consigliere delegato alla sicurezza Franco Senarega.