Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nuovo ponte, corsa per il varo degli impalcati: in arrivo altre chiusure in Valpolcevera

Oggi riapertura di via Fillak a doppio senso e strade tutte percorribili, ma si tratta di uno scenario temporaneo

Genova. Con l’apertura a due corsie di via Fillak, a partire dalle 15 di oggi, la viabilità in Valpolcevera torna di fatto alla situazione precedente il crollo di ponte Morandi, a eccezione del doppio senso di marcia in via Perlasca e via 30 Giugno. Una misura, questa, che potrebbe anche sopravvivere alla ricostruzione del viadotto.

Si tratta tuttavia di una situazione temporanea: nei prossimi mesi saranno necessarie altre chiusure alternate per il varo degli impalcati. E, per rispettare i tempi indicati dal sindaco-commissario Marco Bucci, il calendario d’ora in poi sarà fittissimo. Se è vero che appare molto difficile avere tutte le campate montate sulle pile entro Natale, d’altra parte gli addetti ai lavori hanno sempre smentito ritardi sul cronoprogramma, confermando che la consegna del ponte rimane prevista per aprile 2020.

Dopo il varo del secondo impalcato il 7 novembre, entro i prossimi dieci giorni è previsto l’innalzamento della terza campata, quella tra le pile 3 e 4 a ovest del Polcevera. A seguire dovrebbe essere il turno di quella adiacente a via 30 Giugno, la prima delle tre sezioni centrali lunghe 100 metri, il doppio delle altre. Si procede a ritmo serrato non solo per innalzare le pile mancanti, ma anche per assemblare a terra gli impalcati, in modo da averli pronti il prima possibile per le manovre di varo, influenzate anche dalle condizioni meteo.

Generica

Per quanto riguarda ancora la viabilità, mentre via Fillak torna percorribile col limite dei 30 km/h, allo stesso tempo verrà a mancare il bypass di via Porro, aperto il 12 agosto proprio per consentire il transito sull’arteria più abitata della valle dopo la demolizione della pila 10 che la sovrastava. Quel tratto di strada, dove un tempo c’erano i palazzi, fungerà adesso da area di cantiere per il nuovo ponte. Novità positiva anche per gli autisti dei bus Amt (linee 7, 8 e 8/) che non dovranno più compiere delicate manovre coi mezzi snodati per imboccare il ‘gomito’. Insieme a loro potranno passare anche i pedoni, ma solo a levante, vicino al muraglione del Campasso.