Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Non solo ex Ilva, a Cornigliano riunione dei consigli di fabbrica europei della siderurgia

Mercoledì interverranno delegazioni in arrivo dalle maggiori acciaierie

Più informazioni su

Genova. Mercoledì 13 novembre alle 17 a Villa Bombrini di Cornigliano si terrà la terza Conferenza generale del coordinamento europeo dei Consigli di Fabbrica della siderurgia. Nei primi otto mesi di quest’anno la produzione di acciaio europea è calata del 3% (del 4% in Germania e a seguire del 4% in Italia e del 2% in Francia).

A pesare sul rallentamento industriale sono soprattutto l’incertezza, legata alla tensioni sul mercato mondiale, il protezionismo e la concorrenza internazionale. Si aggiunge la transizione energetica del settore auto, grande consumatore di laminati piani, con cali delle vendite in tutta Europa e un decimo della produzione tedesca in meno. Saranno anni difficili.

I grandi gruppi europei dell’acciaio combattono questa battaglia a colpi di investimenti, tagli e pressioni sulla forza lavoro. E’ cronaca di questi giorni quanto sta accadendo ad ArcelorMittal Italia, con conseguenze ancora da comprendere sul futuro della siderurgia in Italia e sull’occupazione.

Ma non solo: fallita l’operazione con Tata Steel, ThyssenKrupp prepara «la più dolorosa ristrutturazione della storia del gruppo». British Steel è in bancarotta e ballano migliaia di posti di lavoro. I metalmeccanici europei devono organizzare la loro risposta guardando al sindacato europeo, per non subire il ricatto Stato per Stato, gruppo per gruppo, stabilimento per stabilimento. Il rallentamento e la cassa integrazione stanno arrivando contemporaneamente a Cracovia, Gijon, Aviles, Dunkerque, Eisenhüttenstadt, Brema, Taranto, Fos sur Mer. Se la crisi della siderurgia è europea, la risposta dei lavoratori deve essere europea.

Nell’incontro di mercoledì interverranno delegazioni dei Consigli di Fabbrica dei grandi impianti siderurgici europei.