Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Maltempo, sicurezza dei trasporti, ponte e Gronda. Toti e Bucci: “Da Mattarella grande attenzione per Genova”

Il sindaco ha anche chiesto al presidente supporto per trovare gli investimenti necessari. Aggiornamento entro un mese

Genova. “Il presidente della Repubblica ha ascoltato, ha condiviso il fatto che l’ondata di maltempo è stata eccezionale e che servono misure straordinarie e veloci per affrontare i danni avuti dalle popolazioni e dalle imprese. Ha condiviso che l’incertezza sulla sicurezza delle nostre autostrade deve essere chiarita nel più breve tempo possibile perché è evidente che tutto questo lancia un’ombra sinistra ed è oltre che un  grave danno per i cittadini anche un grave danno al sistema Paese in generale”. Così il governatore della Liguria Giovanni Toti al termine dell’incontro in Prefettura con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Al centro dell’incontro l’emergenza maltempo e quella della chiusura e poi parziale riapertura della A26 e dell’incertezza che tutto questo proietta sul sistema dei trasporti della Liguria sia per la sicurezza dei cittadini sia per il nodo logistico che Genova rappresenta.

Viadotto Sori

“Il presidente – ha aggiunto Toti – ci ha assicurato la sua attenzione nei prossimi giorni è il suo intervento ove qualche cosa non andasse nei tempi e nei modi che deve andare. Ma è certo che il governo ci darà delle risposte. È stato un segnale di attenzione importante, tenuto presente che il presidente Mattarella tra Genova e Liguria, è venuto ormai quasi una volta ogni tre mesi, quindi che ci sia un’attenzione particolare per il nostro territorio da prima del Morandi aumentata dalla tragedia del Morandi, di cui gli siamo grati”.

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha spiegato che nell’incontro “abbiamo anche parlato Ovviamente del Ponte e abbiamo fatto presente alcune cose importanti. La prima è che vogliamo che le persone che sono state assunte tempo determinato possano prolungare il loro incarico, almeno per altri sei mesi, confidiamo di poter trovare il modo per poterli poi confermare. La seconda è che abbiamo bisogno del trasporto pubblico locale per snellire il traffico in città, abbiamo bisogno dell’ investimento che abbiamo chiesto e ho chiesto di poter accelerare i risultati del bando che ancora non sono sono pervenuti e di cui ancora non sappiamo nulla.

Il sindaco-commissario ha aggiunto che ha chiesto al Presidente “di aiutarci per trovare gli interlocutori adatti per poter avere i  investimenti necessari per il trasporto pubblico locale attraverso linee metropolitana di superficie e sistemi elettrici”

“Abbiamo poi parlato ovviamente della Gronda che è la nostra tangenziale di città che è quella che ci consentirebbe di sollevare tutto il traffico merci e quindi consentire di avere una città a livello delle altre città europee che è quello che vogliamo per Genova. Il presidente ha detto che nel giro di 20-30 giorni ci risentiremo per fare il punto”.