Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Le verità di Banksy a Palazzo Ducale, in mostra a Genova 100 opere dell’artista senza volto fotogallery

Più informazioni su

Genova.  C’è anche Mickey Snake, una scultura con Topolino inghiottito da un pitone, realizzata per Dismaland, il “parco di divertimenti per depressi”, tra le opere di “Il secondo principio di Banksy”, la mostra che palazzo Ducale di Genova dedica al grande artista britannico, di cui nessuno conosce il viso, non circolano foto che lo mostrino, ma che ha, comunque, conquistato il mondo attraverso opere di inaudita potenza etica, evocativa e tematica.

Mostra Banksy ducale

Un viaggio attraverso un centinaio di opere, dalla produzione seriale, le stampe che Banksy realizza dal 2001 al 2010 “affinché anche le persone comuni si possano permettere l’arte, che è una cosa per ricchi”, ai lavori sui tela o su tavola che produce per finanziare il proprio lavoro, fino agli oggetti che riguardano la vita dell’artista, le scultura presentate in varie occasioni.

“Il filo rosso che ci guida in questa mostra è la verità – spiega Stefano Antonelli, il curatore – nel senso che presentiamo Banksy come l’autore della più grande campagna globale a favore della verità. L’Idea, infatti, è che tutte le immagini che pervadono il nostro mondo sono fondamentalmente promosse dall’industria culturale, dalla pubblicità, e queste immagini rappresentano un mondo ideale. Bansky riprende queste immagini, le manipola, per dirci quale è la verità”.