Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Apparizione si prende il big match e scalza il Lido Square dal primo posto risultati

In una giornata contraddistinta dal maltempo il Lido cede il passo e viene agganciato dal Vecchio Castagna. Due gare rinviate

Ottavo turno in Seconda categoria Girone C, con il calendario che metteva di fronte Apparizione contro Lido Square, due delle grandi protagoniste di questo avvio di stagione. Mentre due gare venivano rinviate per il maltempo (Crocefieschi – Pieve e Ravecca – Atletico Genova) a San Desiderio si è giocato nonostante un campo ai limiti della praticabilità. Bianconerazzurri che si fanno preferire con un Bojang che mette a dura prova la difesa biancoblù, ma il primo tempo va in archivio a reti bianche.

Nel secondo tempo ancora Bojang scatenato costringe al fallo un difensore del Lido che lo trattiene. Rigore che Faraò non sbaglia e al 50° l’Apparizione passa. Al 58° ancora Bojang, imprendibile semina il panico nella difesa del Lido, Ruffa esce basso e stende l’attaccante africano. Secondo rigore che stavolta è trasformato da Zanardi. Il Lido non è la squadra quadrata vista nelle scorse gare e attacca senza un’organizzazione. Al 92°  l’Apparizione resta in dieci per il secondo giallo a Bonica. Sulla punizione che segue Laguzzi sorprende Cavallo, ma è tardi e l’arbitro fischia la fine del match con il 2-1 per i locali.

Il ko del Lido, consente al Vecchio Castagna di rifarsi sotto grazie alla vittoria esterna sul Voltri 87. Dopo un primo tempo equilibrato, ma avaro di emozioni, la ripresa inizia con un tiro di Hrustic che colpisce la traversa. Al 60° risponde Tommaso Arlandini che di testa in area gira a colpo sicuro, ma il legno gli nega la gioia. Cinque minuti dopo Miggiano la sblocca pochi passi dentro l’area. Passano altri tre minuti e ancora Miggiano va di testa, respinge il portiere, ma Goglia è pronto a ribadire lo 0-2 che sarà il punteggio finale.

Finisce in parità Cornigliano – Montoggio, con gli ospiti che vanno in vantaggio al 35° con Callero, ma vengono riacciuffati otto minuti dopo da Kola. Squadre che muovono poco la classifica, così come il Begato e il Davagna, anch’esse con un punto a testa. Biancorossi subito in vantaggio con Poggi al 5°, ma al 33° Cacciabue ristabilisce la parità. Non vince nessuno in questi scontri diretti tranne il Borgo Incrociati, che dopo il cambio il panchina ritrova la vittoria con un roboante 5-1 sul Bavari e allunga sulle rivali.

Al 15° Barbieri va di testa per l’1-0 dei giallorossoneri. Al 24° raddoppia Lucà che è rapace ad insaccare la palla dopo che questa aveva sbattuto sulla traversa sul tiro di Testasecca. Lo stesso Testasecca colpisce un’altra traversa in avvio di secondo tempo. È il gol che prelude al tris che firma ancora Barbieri, nuovamente di testa al 60°. Il Bavari non risponde e Gulluni prende palla al limite e fredda Camogliano per il 4-0. Partita chiusa che ha ancora da regalare due reti, però. Al 75° c’è gloria anche per Figliuzzi, mentre all’80° un rigore di Pucci regala il gol della bandiera al Bavari.