Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Pro Recco riprende il cammino europeo: Hannover travolto con un allungo nel terzo tempo

La partita resta in bilico fino al 7-7 di metà gara, poi i campioni d'Italia accelerano e se ne vanno

Recco. La Pro Recco europea riprende il suo cammino nella quarta giornata di Champions League. Lo fa espugnando la vasca dell’Hannover per 13-21 grazie ad un break di 6 a 0 nel terzo tempo che le permette di distanziare i tedeschi, capaci di portare i campioni d’Italia sul 7-7 a metà gara.

recco

È Velotto il protagonista della prima metà di quarto: segna lo 0-1 quando sono appena trascorsi 27 secondi e poi, due minuti più tardi, trova il 2-2. Dopo il botta e risposta tra centri, Kayes e Muslim, i biancocelesti provano a scappare sul finire di tempo: Di Fulvio pesca sul secondo palo Di Somma che prende l’ascensore e insacca, Mandic beffa Schenkel con una palombella deliziosa che bacia il palo e vale il 3-5. Risultato che Massaro conserva fino alla sirena spegnendo il tentativo di Muslim.

Il secondo tempo si apre come il primo: gol di Velotto su tiro deviato da Real alla prima azione. La Pro Recco, però, spegne la luce e si fa rimontare dai tedeschi in quattro minuti: Darko Brguljan in superiorità, Real tutto solo davanti a Massaro, l’alzo e tiro di Radovic, portano il punteggio sul 6-6. La squadra allenata da Rudic sbatte sul muro eretto dalla difesa di Seehafer e rischia di andare sotto se la traversa non respingesse il mancino a uomo in più di Schütze. Dopo sei minuti e mezzo di letargo i campioni d’Italia vanno di nuovo a segno: ci pensa Di Somma da posizione due, ma il vantaggio dura lo spazio di un’azione perché Radovic, su rigore, sigla il 7-7 che porta le squadre al cambio campo.

Rudic striglia i suoi e alla Pro Recco bastano 75 secondi per andare sul più 2 con Kayes in superiorità ed il rigore di Di Fulvio procurato da Di Somma. Altri due minuti e la Pro Recco vola sul 7-11 con Dobud in superiorità, servito al centro da Buslje, e poi col solito Filipovic: diagonale perfetto sotto l’incrocio da posizione due. I tedeschi accusano il colpo, Massaro abbassa la saracinesca e la Pro Recco dilaga con Luongo, da posizione quattro, e Velotto al quarto gol con un tocco facile sotto porta per il 7-13. È il momento chiave della partita e la distanza rimane tale al suono della terza sirena perché al tap-in di Muslim risponde Kayes, in superiorità, alla sua terza rete.

Partita in ghiaccio, ma la Pro Recco non si ferma in un quarto tempo illuminato dalle controfughe di Luongo, a segno due volte più un rigore conquistato. Il secondo portiere tedesco, Götz, deve raccogliere il pallone in fondo al sacco per altre sette volte nel 13-21 finale che consente a Ivovic e compagni di salire a 10 punti in classifica. Migliori marcatori di giornata: Velotto (nella foto) e Kayes con quattro reti a testa.

Il tabellino:
Waspo Hannover – Pro Recco 13-21
(Parziali: 3-5, 4-2, 1-7, 5-7)
Waspo Hannover: Schenkel, Corusic 1, Zech, Real 1, Dar. Brguljan 3, A. Radovic 4, Muslim 2, Preuss 1, Nagaev, M. Brguljan, Schütze 1, Winkelhorst, Götz. All. Seehafer.
Pro Recco: Massaro, F. Di Fulvio 2, Mandic 2, E. Di Somma 2, Dobud 1, Velotto 4, Renzuto, S. Luongo 3, A. Ivovic 1, F. Filipovic 2, Buslje, Kayes 4, Prian. All. Rudic.
Arbitri: Margeta (Slo) e Marjay (Hun).
Note. Usciti per tre falli: Di Somma nel terzo tempo, Real, Buslje e Zech nel quarto. Superiorità numeriche: Hannover 7 su 16 più 1 rigore realizzato, Pro Recco 7 su 9 più 4 rigori realizzati.

Clicca qui per consultare il tabellino dettagliato.