Quantcast
Cronaca

Incendio dell’auto del console della Turchia a Genova: reperti saranno analizzati dal Ris

La Dda ha aperto un fascicolo per incendio doloso aggravato dalla finalità di terrorismo

Generica

Genova. Saranno analizzati dai Ris di Parma i reperti trovati vicino all’auto del console onorario della Turchia bruciata ieri dagli anarchici in spianata Castelletto a Genova.

Il fascicolo è per incendio aggravato dalla finalità di terrorismo ed eversione ed è in mano al pubblico ministero Federico Manotti della Dda. Le indagini sono state affidate ai Ros.

L’incendio è stato appiccato in pieno giorno, intorno alle 14.30 ed è stato rivendicato solo poche ore dopo su un sito d’area.

Ieri gli investigatori hanno trovato resti di diavolina usata per accendere il liquido infiammabile rovesciato sulla ruota anteriore. Gli inquirenti hanno sequestrato le immagini degli uffici postali che si trovano proprio dietro il luogo dove è stata bruciata l’auto.

Proprio il bancomat di quell’ufficio postale era stato oggetto di un attentato incendiario alcuni anni fa. Gli autori erano stati individuati tramite un’indagine passata alla Dda di Torino.

Più informazioni
leggi anche
  • La rivendicazione
    Gli anarchici rivendicano l’incendio dell’auto del console della Turchia a Castelletto
    Generica
  • A castelletto
    Genova, in fiamme l’auto del console onorario della Turchia: aperto fascicolo per incendio doloso
    Savona, controlli dei carabinieri in città