Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ha dato fuoco alla Cavallerizza di Torino, catturato a Genova: “Voleva ucciderli tutti”

È un clochard 38enne di origine marocchina. trovato nel centro storico mentre litigava con due italiani

Più informazioni su

Genova. È stato individuato dalla polizia a Genova il piromane che, il 21 ottobre scorso a Torino, ha causato l’incendio che ha distrutto le ex scuderie della Cavallerizza Reale, patrimonio Unesco, occupata da quattro anni.

Generica

Si tratta di Ottane Demga, clochard di 38 anni di origine marocchina nato in Spagna. L’uomo è stato fermato dagli agenti del commissariato centro, su provvedimento della procura di Torino, a seguito delle indagini sviluppate dalla polizia. Ora è accusato di strage. Secondo gli investigatori, infatti, avrebbe appiccato il fuoco “perché voleva uccidere tutte le persone dentro“.

I poliziotti della squadra investigativa hanno scovato il piromane durante un controllo straordinario in centro storico mentre litigava con due italiani in un portone di via Scurreria. Essendo senza documenti è stato sottoposto a foto-segnalamento e in quel momento è emersa la corrispondenza coi dati diffusi dal tribunale di Torino lo scorso 28 ottobre.

Gli agenti piemontesi erano riusciti a risalire  all’identità del piromane grazie alle immagini di alcune telecamere in cui si nota l’uomo dirigersi verso la porta della Cavallerizza, versare il liquido di una bottiglia in vetro per poi tentare di appiccare il fuoco con un accendino, senza riuscirci. Dopo un paio di ore, si dirige nella zona dei Granai e accende di tanto in tanto delle fiamme, per poi allontanarsi precipitosamente da una porta, la stessa dalla quale partiranno le fiamme del rogo.

Ora l’uomo si trova rinchiuso in carcere a Marassi.