Quantcast
Serve cautela

Fake news e allarmismo sui social, l’appello dei carabinieri ai cittadini: “Chiamate sempre prima il 112”

Le raccomandazioni dell'Arma,costretta a denunciare la donna che ha diffuso il messaggio sul viadotto Sori

whatsapp

Genova. L’hanno identificata a tempo di record, le hanno sequestrato il telefono e l’hanno denunciata per procurato allarme. La 40enne che ieri nella più classica delle ‘chat di mamme’ ha mandato il messaggio allarmistico sul viadotto Sori, non ha passato certamente un bel pomeriggio dopo aver ricevuto la visita dei carabinieri. Lei si è scusata dicendo di non aver voluto fare nulla di male, ma questo non basta.

E la denuncia in qualche modo sembra rappresentare un segnale che le forze dell’ordine danno ai cittadini che ormai un po’ troppo disinvoltamente diffondono sui sociale network notizie per sentito dire quando non completamente false con conseguenze imprevedibili.

Il comandante provinciale dell’Arma Gianluca Feroce raccomanda “prudenza e cautela nel diffondere informazioni sui social che possono avere conseguenze che vanno ben al di là della volontà dell’autore del messaggio. Nel caso della signora, visto che è stato detto nel messaggio di diffondere l’informazione più possibile, è esattamente quel che è accaduto causando allarme in tutta la città”.

I carabinieri ricordano ai cittadini che “la prima cosa da fare quando si ha un’informazione su un potenziale rischio è di chiamare il Nue sia per avere un confronto sul fatto sia per farsi spiegare come è meglio agire”. “Tutti devono sapere – conclude il comandante – che non appena una foto, un video o un’informazione viene diffusa sui social è persa, nel senso che l’autore ne perde il controllo e le conseguenze possono essere pericolose”.

leggi anche
  • Virale
    Genova, sui social network circola una notizia fake sul viadotto Sori: “Pericoloso al 160%”
    Viadotto Bisagno
  • Conseguenze
    Audio virale su WhatsApp: “Viadotto Sori a rischio crollo”. Si indaga per procurato allarme
    whatsapp
  • Nei guai
    “Scusate, non volevo”: così una casalinga di 37 anni ha scatenato il panico sul viadotto Sori
    Generica