Trasporti

Emergenza viabilità in Liguria, ma i treni non saranno potenziati fino al 5 dicembre

Nel frattempo, però, saranno aumentati i posti a disposizione per i pendolari sul territorio urbano

Sedi istituzionali e palazzi e piazze simbolo della città

Genova. “Dopo una giornata di contatti frenetici abbiamo concordato con Trenitalia nazionale un piano complessivo che porterà a un significativo incremento dei treni sulle linee pendolari interregionali, ma per partire bisognerà attendere dopo il 5 dicembre“. A spiegarlo, dopo l’incontro tra Regione e parti sociali, nelle ore dell’emergenza viabilità per Genova e la Liguria, è Gianni Berrino, assessore regionale ai trasporti.

“Dal crollo di ponte Morandi Trenitalia è già al massimo dello sforzo operativo – afferma – quindi servirà qualche giorno per far arrivare mezzi e uomini da altre regioni italiane per potenziare i trasporto ferroviario”.

Nel frattempo, però, saranno aumentati i posti a disposizione per i pendolari sul territorio urbano. “Già da questo giovedì 28 novembre – continua Berrino – saranno già disponibili 1500 posti in più, 700 posti in più sul nodo di Genova e 800 sulla linea Genova Acqui”.

leggi anche
atp
Trasporto pubblico
Chiusura A26 e allerta: le disposizioni per il trasporto degli studenti della Valle Stura
Generica
Caos
Blocco al Porto di Pra’, tir fermati già a Ventimiglia per alleggerire lo snodo genovese