Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Diversity management e inclusione, Amiu tra i firmatari del Patto Utilitalia

Gestire l’età avanzata negli ambienti di lavoro è una necessità ormai cruciale

Più informazioni su

Roma. C’è anche Amiu tra i firmatari del “Patto Utilitalia” in tema di Diversity Management, che è stato sottoscritto martedì 19 novembre a Roma nell’ambito del convegno “All that we share – L’inclusione come risorsa” presso la Residenza di Ripetta. Un progetto che si basa sulla valorizzazione delle diversità delle persone in una logica di inclusione e valorizzazione delle differenze di genere, età, abilità e cultura.

Utilitalia è la Federazione che riunisce le aziende operanti nei servizi pubblici e l’iniziativa evidenzia l’impegno di Amiu Genova nel promuovere la diversità e l’inclusione, creando un ambiente di lavoro accogliente e senza discriminazioni.

All’evento ha partecipato Bruno Moretti, Direttore Personale e Organizzazione Amiu, presentando il progetto “Active Ageing”, l’iniziativa formativa focalizzata sulla promozione di uno stile di vita sano e buone pratiche in tema di salute e sicurezza. Perché gestire l’età avanzata negli ambienti di lavoro è una necessità ormai cruciale (in particolare in Liguria, regione più anziana d’Italia).

Generica

Sono in tutto ventisette le aziende dei servizi pubblici associate ad Utilitalia che hanno firmato il “Patto Utilitalia – La Diversità fa la Differenza”, un comune programma di principi e di conseguenti impegni per promuovere il Diversity Management nelle attività aziendali. Politiche aziendali inclusive a tutti i livelli dell’organizzazione, misure di conciliazione dei tempi vita-lavoro, gestione del merito trasparente e neutra rispetto alle diversità di genere, età, cultura, adozione di sistemi di monitoraggio dei progressi conseguiti e politiche di sensibilizzazione interne ed esterne, sono alcuni dei sette impegni contenuti nel Patto per la Diversity di Utilitalia, che rimane un documento aperto per tutte le associate.

Primi firmatari del Patto sono A2A, ACEA, Acqua Campania, Acqualatina, AQP, AIMAG Mirandola, Alia, AMA Roma, AMAP, Amiu Genova, ASIA Napoli, ASM Magenta, CVA, Gruppo Dolomiti Energia, Estra, Gruppo CAP, HERA, Iren, MM, Padania Acque, Siciliacque, SMAT, Tea Mantova, UniAcque, Veolia Italia, Veritas e Viva Servizi.

Per il opresidente di Utilitalia, Giovanni Valotti, “sul tema della diversità è opportuno passare, all’interno delle aziende, da una gestione ordinaria a una visione strategica, che contribuisca a creare valore aggiunto per la qualità del lavoro e i servizi resi all’utenza”.