Amiu Bonifiche a San Felice, quartiere insorge. D'Avolio: "Problema per viabilità" - Genova 24
Tutti scontenti

Amiu Bonifiche a San Felice, quartiere insorge. D’Avolio: “Problema per viabilità”

Oltre a magazzini e uffici nel 2020 aprirà sede del Centro del Riuso

amiu bonifiche san felice bullinital

Genova. La notizia della scelta degli spazi dell’ex Bullonital di San Felice, in Val Bisagno, come nuova sede di Amiu Bonifiche, è arrivata sul quartiere come una bomba, facendo scoppiare la polemica. E non sono in pochi a parlare di mobilitazione di piazza.

Secondo quanto raccolto da Genova24, come pubblicato nei giorni scorsi, gli spazi dello stabilimento ad oggi abbandonato sarebbero stati scelti per il trasferimento di uffici e deposito logistico per la controllata di Amiu, in cerca di una nuova sede dallo scorso 14 agosto. Ma non solo: oltre a uffici, spogliatoi e magazzini logistici, nel 2020 la nuova sede potrà ospitare uno dei Centri del Riuso, secondo, secondo quanto riportato dal sito dell’azienda sarà uno dei di luoghi dove i cittadini potranno portare i loro mobili e oggetti per donarli oppure farli riparare.

Ma, a quanto pare, la decisione presa dall’azienda non è stata fatta “maturare” con il territorio interessato, mandando oggi nel panico, comprensibilmente, decine di famiglie che abitano quell’area. “Il problema è soprattutto questo – sottolinea il presidente del Municipio IV Roberto D’Avolio – in questo genere di scelte il confronto con il territorio è doveroso, soprattutto se si tratta di un’azienda che dipende dal pubblico. Ad oggi non sappiamo i dettagli di questa operazione, non sappiamo quanti mezzi graviteranno su questa sede”.

Perchè il problema è questo: via San Felice è una piccola strada, “delicata”, che nelle ore di punta, tra scuole e rientri da lavoro, presenta ondate di traffico notevoli, diventando un budello spesso congestionato: “Sarebbe un problema serio per la viabilità – spiega D’Avolio – ed è per questo che abbiamo chiesto immediatamente chiarimenti sulla notizia, che, ci spiace, aver ricevuto a mezzo stampa e non per vie ufficiali”.

Oltre a questo, rimangono i dubbi sulla praticità e opportunità del luogo, decisamente distante da quella Scarpino divenuta la principale destinazione degli uomini di Amiu Bonifiche: nel caso il tutto venisse confermato, tutto i giorni i mezzi da lavoro partirebbero dal cuore della Val Bisagno per raggiungere le alture sopra la Valpolcevera, con notevole dispiego di tempo e carburante per attraversare, andata e ritorno, la città.

L’unica nota positiva, ad oggi, è la totale infondatezza, per fortuna, di eventuali depositi di amianto, cosa che, giustamente, aveva creato allarme per gli abitanti di via San Felice: una volta recuperato, infatti, il materiale amiantifero non viene stoccato nella sede di Bonifiche, ma finisce direttamente in discarica. La lontana, lontanissima, discarica di Scarpino.

leggi anche
bullonital san felice amiu boniche
Prossimamente
Amiu Bonifiche trasferita a San Felice. Canone da 100 mila euro per 12 anni
campo rom nomadi via adamoli
Controproposte
Amiu a San Felice, il municipio rilancia: “Si valuti ex campo nomadi e spazi distretto produttivo”
via san felice
Barricate
Amiu bonifiche a San Felice, cittadini pronti alla mobilitazione. Esposto del M5s alla Corte dei conti
Generica
Niet
Amiu Bonifiche a San Felice, il comune tira dritto. La protesta dei residenti in Sala Rossa