Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Allerta gialla e vento forte, ma i cimiteri il 2 novembre restano aperti (tranne uno)

Giampedrone: "Maltempo fino a martedì, in arrivo nuove indicazioni", ecco gli altri provvedimenti del Coc

Genova. Saranno regolarmente aperti i cimiteri nella giornata del 2 novembre, commemorazione dei defunti, che sarà caratterizzata da un’allerta meteo gialla per piogge e temporali e da vento forte. L’unico chiuso sarà quello di Voltri, in via Ovada sulle sponde del Leira, per “temporanei problemi di inagibilità”. Il Coc si è riunito nel tardo pomeriggio e non ha disposto altre misure: nel bollettino diramato da Arpal non c’è il ‘bollino nero’ per le raffiche, che saranno nell’ordine dei 50-60 km/h secondo i previsori.

Allo stesso modo non ci scatteranno provvedimenti per edifici pubblici e strade, mentre è bene ricordare che le scuole saranno chiuse semplicemente perché l’allerta cade di sabato. Attenzione però al prolungarsi della fase di maltempo: piogge e temporali andranno avanti “fino a martedì”, ha spiegato l’assessore regionale Giampedrone in sopralluogo a Varazze, e non si può escludere che il livello di allerta possa alzarsi nei prossimi giorni: “Ci riserviamo domani di dare le indicazioni sulle successive 24 ore”.

Decisioni analoghe negli altri comuni metropolitani. A Recco, per esempio, restano aperti i cimiteri, il centro di conferimento di via della Né, le strutture sportive. “Il territorio sarà monitorato per tutta giornata di domani e durante la notte, in modo da far scattare immediati provvedimenti in caso di peggioramento delle condizioni meteo” spiegano il sindaco Carlo Gandolfo e il consigliere delegato alla protezione civile Chicca Zanzi.

Per quanto riguarda ancora i cimiteri il consigliere delegato alla protezione civile del Comune di Genova, Sergio Gambino, ha spiegato che “l’intenzione è cambiare l’ordinanza permanente che disciplina la chiusura automatica in caso di vento forte. Ci sono cimiteri assolutamente sicuri e non si capisce perché debbano essere tutti chiusi. Stiamo controllando in maniera puntuale la situazione delle alberature per intervenire con provvedimenti più specifici”.

Per un problema tecnico non è stato possibile inviare i messaggi di allerta attraverso sms. La comunicazione è stata comunque diramata tramite i canali Telegram. Per tutta la durata dell’allerta saranno monitorati i principali corsi d’acqua del territorio comunale da parte dei volontari di protezione civile e della polizia locale. Sarà attiva come sempre la sala di emergenza della protezione civile del Comune.