Day after

Allagamenti e frane a Genova, la promessa di Bucci: “Troveremo i soldi per chi ha subito danni”

Al momento sono aperti 30 cantieri in tutta la città

Genova. “A Genova i disagi sono soprattutto per le frane: abbiamo aperto 30 cantieri, tutti in somma urgenza. L’esondazione del Fegino è stata la cosa più grave. Siamo vicini a tutti coloro che hanno subito danni, ora ci daremo da fare per capirne l’entità e ci daremo da fare per trovare i rimborsi, per far sì che ci siano rimborsi adeguati per tutti”.

Il sindaco di Genova Marco Bucci tira le somme il giorno dopo la fine dell’allerta rossa. “Ci sono state due grandi aziende che hanno avuto danni da allagamento, Sogegross e San Giorgio. San Giorgio lavora anche su parti del ponte Morandi ed è quindi prioritario ripristinare le condizioni – aggiunge Bucci -. Stiamo lavorando anche su tutte le altre attività e i negozi, abbiamo chiesto agli uffici di rivedere la situazione del bacino del Fegino perché non si può continuare in questo modo”.

Per i rimborsi la Regione sta estendendo lo stato di calamità e ci sono buone prospettive. “E’ chiaro che non fa piacere avere 2 o 3 alluvioni in pochi anni, bisogna risolvere il problema: ci stiamo lavorando e lo faremo”.

leggi anche
Alluvione a Fegino, commercianti in ginocchio
Disperati
Alluvione a Fegino, commercianti in ginocchio: “Noi non siamo Venezia, non ci aiuterà nessuno”
Generica
Resa
Il sogno infranto di Claudia e Daniele: “È la quarta alluvione, chiudiamo la pizzeria”
Disastro
Alluvione al Campasso, un metro di fango nelle case: “Abbiamo perso tutto, siamo rovinati”
frana via piombelli
Criticità potenziale
Certosa, torna l’incubo del rio Maltempo: frana incombe su copertura alveo. A rischio un condominio
Generica
Ok
Murta non è più isolata, dopo la frana strada riaperta a senso unico alternato
frana roviasca
Parsimonia
Maltempo, in Liguria danni per 85 milioni ma il Governo ne riconosce meno della metà