Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Viadotto Bisagno, Procura apre un fascicolo dopo esposto M5S su controlli fotogallery

L’esposto chiedeva di verificare eventuali responsabilità penali e far partire una nuova serie di controlli indipendenti

Più informazioni su

Genova. La Procura di Genova ha aperto un fascicolo dopo l’esposto depositato dai consiglieri pentastellati sulle condizioni del viadotto Bisagno. Si tratta al momento di un fascicolo contro ignoti e per “atti relativi” (senza un reato specificato) che è stato affidato al sostituto procuratore Walter Cotugno che si occupa dell’inchiesta parallela sulle condizioni degli altri viadotti gestiti da Aspi e Spea.

Viadotto Bisagno

L’esposto chiedeva di verificare eventuali responsabilità penali per chi ha effettuato controlli sulla struttura e avviare una ‘task force’ indipendente per valutare lo stato di salute della struttura. Molti nelle scorse settimane erano stati i campanelli d’allarme, come raccontato da Genova24: la struttura presenta visibili tracce di ammaloramento, con piloni scrostati e calcinacci e parti di pluviali che cadono su strade e case sottostanti. Nel testo sono citati anche alcuni passaggi dei nostri articoli, che, come ricordate, hanno documentato questo “decadimento” della struttura, inaugurata nel 1967.

Autostrade per l’Italia ha sempre rassicurato sulla tenuta statica del viadotto, ricordando come siano in programma e in atto interventi di monitoraggio e manutenzione, su giunti e piano stradale. Entro l’anno, inoltre, dovrebbero partire lavori di ristrutturazione della struttura: la direzione del tronco di Genova si è detta disponibile ad un incontro con i cittadini per illustrare tutta la documentazione, anche se, al momento, non è stato fissato l’appuntamento, che i residente vorrebbero a “porte aperte”. Pochi giorni fa fra l’altro n bullone da oltre 300 grammi era stato trovato sul cornicione di un terrazzo sottostante il viadotto, suscitando grande preoccupazione tra i residenti della zona.