Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Taekwondo, Liguria quarta al Trofeo della Pace

La rappresentativa era composta da otto atleti, seguiti dal maestro Sandro Cappello

Genova. Lo sport visto non soltanto come agonismo, ma anche movimento universale, in grado di far parlare tra loro culture diverse e lontane. È lo spirito alla base del Trofeo della Pace, gara evento che si disputa ogni anno a Valenza, in Piemonte, alla presenza, oltre che di sei squadre in rappresentanza delle diverse religioni, anche delle autorità istituzionali di ognuno dei paesi ospitati.

Sabato 26 ottobre è andata in scena la ventitreesima edizione del trofeo, che ha visto la partecipazione, oltre che della selezione alessandrina in qualità di squadra organizzatrice, anche di rappresentanze da Piemonte, Liguria, Bosnia Erzegovina, Croazia ed Israele. Un contesto di grande unità, che non ha però dimenticato l’agonismo, con incontri molto spettacolari e combattuti.

La selezione ligure, guidata dal maestro Sandro Cappello, schierava otto atleti: Berenice Dapino (GS San Bartolomeo), Anisa Salla (Città dei Ragazzi), Giorgia Pirino (Scuola Genova), Silvia Ghiotto (Black Shark), Roberto Panoiu (Hung Ki Kim), Alessandro Pileri (Olimpia), Yago Campanella (Marassi) e Viknes Panchabalasingham (Sport Village). La squadra si è classificata quarta, davanti a Piemonte ed Israele e dietro a Bosnia Erzegovina, Alessandria e alla Croazia vincitrice del Trofeo. A tutti i ragazzi è stata consegnata una medaglia d’oro, a dimostrazione del valore extra sportivo della manifestazione.

Soddisfatto il maestro Cappello: “Questa era per noi la prima uscita stagionale, serviva ai ragazzi per rompere il ghiaccio e riprendere confidenza con il tatami in vista dei prossimi impegni. Ho visto buone indicazioni da tutti i nostri atleti, anche da quelli che erano al debutto con la maglia della selezione ligure. Credo che la nostra regione possa contare su ragazzi di talento, se lavoreranno sodo potranno regalarci grandi soddisfazioni quest’anno”.

Gli fa eco Berenice Dapino, classe 2006 e più giovane tra gli atleti che hanno rappresentato la Liguria a Valenza: “Sono soddisfatta della mia prestazione, ho dovuto combattere con ragazze più grandi di me, soffrendo la loro maggiore esperienza ma lottando sempre e cercando di dare il massimo, anche se penso di poter ancora migliorare molto. La gara mi è certamente servita per fornirmi importanti indicazioni sulle quali lavorare per arrivare preparata ai campionati italiani”.

Soddisfazione nelle parole del presidente regionale Laura Toma: “Questa gara è per noi molto importante, perché si pone l’obiettivo di veicolare in modo chiaro i valori principali dello sport, che lo rendono un incredibile veicolo di pace. L’aver riunito delegazioni di paesi, culture e religioni diverse, ma unite dalla stessa passione, è sintomo di quanto il taekwondo sia una lingua universale che avvicina chi la parla, a prescindere dalle proprie origini”

Nello stesso weekend si è svolta a Vercelli la Champions Kids, gara riservata alle categorie giovanili, che ha visto la partecipazione di tre scuole liguri: Hung Ki Kim, Dojang e Polisportiva Città dei Ragazzi; quest’ultima ha raggiunto il secondo posto nella classifica per società grazie ad otto ori, un argento e cinque bronzi.

Nella foto: la squadra ligure con il trofeo di quarta classificata