Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“State zitte e buone e non vi facciamo nulla”: anziane terrorizzate, ora è caccia ai rapinatori

Gli investigatori hanno acquisito le immagini delle telecamere, inutili i posti di blocco dopo l'allarme

Più informazioni su

Busalla. “State tranquille. State zitte e buone e non vi facciamo nulla”. Con queste parole, in un italiano stentato, uno dei tre banditi ha bloccato le due anziane in cucina nel corso di una rapina.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del nucleo investigativo di Genova, tre uomini hanno fatto irruzione nella casa indipendente in via Seminella Crocefieschi a Busalla. I tre erano a volto coperto e sono entrati nell’abitazione sfondando la porta principale. Le due donne, 86 e 75 anni, cognate, stavano guardando la televisione quando sono arrivati i tre. Mentre uno di loro teneva chiusa la porta della cucina, gli altri due, con un flessibile, hanno aperto la cassaforte.

Gli investigatori non hanno trovato impronte ma hanno acquisito le immagini delle telecamere di video sorveglianza della zona per riuscire a capire da che parte possono essere fuggiti. Vista la rapidità della fuga, non è escluso che un quarto uomo possa avere fatto da palo all’esterno della abitazione a bordo di una macchina. Le modalità con cui hanno agito fanno ipotizzare a un gruppo ben organizzato e abituato a questo genere di colpi.

Dopo la chiamata delle due anziane, i carabinieri hanno diramato l’allarme via radio e fatto posti di blocco anche in autostrada senza alcun esito.