Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Siria, a Genova presidio di Cgil, Cisl e Uil contro la guerra di Erdogan

Più informazioni su

Genova. Sono stati ricevuti in Prefettura dove hanno consegnato un documento unitario i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil che hanno indetto questo pomeriggio un presidio contro la guerra scatenata dal presidente Turco Erdogan nel Nord della Siria.

Nel documento viene espressa “la preoccupazione dei lavoratori italiani di fronte all’aggravamento della crisi nel Nord della Siria che già determina ulteriori perdite di vite umane e potrebbe destabilizzare completamente gli equilibri politici internazionali. I sindacati evidenziano il “silenzio dell’Europa, che fino ad oggi ha stretto un accordo con la Turchia, chiudendo un occhio sulla più che discutibile guida politica del Presidente Erdogan in totale contrapposizione con i principi di difesa dei diritti umani cui tutti i valori europei sono ispirati”.

Cgil, Cisl e Uil “fanno appello alla Comunità internazionale perché si fermi immediatamente la deriva militare e si apra una conferenza che affidi alla diplomazia la soluzione di tutti i problemi tuttora aperti nella regione” e fanno appello anche al Governo italiano perché si attivi per una iniziativa della Unione Europea che riveda gli accordi con la Turchia e si faccia garante per la ricerca di una soluzione pacifica”. Al presidio hanno partecipato anche i rappresentanti di Anpi, Libera Liguria, Pd e Lista Crivello.