Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sferra un pugno a un vigile durante un controllo al Porto antico, 39enne arrestato per resistenza

Si tratta di un venditore di merce contraffatta. E' stato inseguito dai cantuné che sono stati cincondanti da un 15ina di connazionali

Più informazioni su

Genova. Un senegalese di 39 anni è stato arrestato ieri pomeriggio al porto antico al termine di un’operazione di controllo del territorio da parte della polizia locale.

Tutto è cominciato poco prima delle 13 quando gli uomini della polizia locale si sono avvicinati a tre venditori che avevano esposto la propria merce in gran parte contraffatta su lenzuoli davanti al Galeone. Due si sono dati alla fuga abbandonando il campionario esposto, il terzo ha voluto recuperarlo, si è attardato ed è stato raggiunto in via al Ponte Calvi. L’uomo, D.E., 39enne senegalese, in regola col permesso di soggiorno, a quel punto ha sferrato un pugno a uno degli operatori e a chiamare in soccorso i connazionali presenti in zona, una quindicina, che sono accorsi in suo aiuto.

Sul posto, però, sono arrivati anche i rinforzi del reparto Sicurezza Urbana il cui intervento ha permesso di fermare l’africano mentre gli altri stranieri si davano alla fuga. Due le denunce per resistenza contro ignoti.

Gli agenti del reparto, insieme ai colleghi del reparto giudiziaria,, di concerto col pubblico ministero di turno, il sostituto procuratore Stefano Puppo, hanno deciso di perquisire la casa del venditore dove è stata trovata merce contraffatta in parte di sua proprietà e in parte appartenente a un suo connazionale attualmente in patria, oltre a etichette per la contraffazione della merce, 475 euro in contanti e 20 euro falsi.

Sono 127 i pezzi sequestrati dal reparto sicurezza Urbana: 7 orologi griffati con i marchi Rolex, Cartier, Bulgari, Tag Hauer, Panerai, 2 strumenti di precisione, 22 paia di scarpe, 2 giacche, 1 cappello, 14 borse, 3 portafogli, 1 maglione, 1 camicia, 12 paia di ciabatte, 12 etichette di varie marche, le banconote vere e quella falsa. Stamane alla direttissima l’arresto dell’uomo è stato convalidato.