Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria, i sogni svaniscono all’alba…

...e adesso bisogna affrontare la realtà dell'ultimo posto in classifica, con i mezzi a disposizione...

Più informazioni su

Genova. L’esordio in narrativa, dello scrittore Alessandro Baricco, avviene con “Castelli di rabbia”, una collezione di storie umane ai confini della realtà e della fantasia, ma nello stesso tempo un libro di storia… quella che forse racconteremo ai nipotini, con il titolo “Trattativa per la cessione della Sampdoria”…

Ti svegli… ed il sogno, che pensavi fosse sempre là, come una stella e che bastasse alzare gli occhi per vederlo… non c’è più…

E allora, torni a Baricco, che dice: “Succede. Uno si fa dei sogni, roba sua, intima e poi la vita non ci sta a giocarci insieme e te li smonta, un attimo, una frase e tutto si disfa. Succede. Mica per altro che vivere è un mestiere gramo. Tocca rassegnarsi. Non ha gratitudine, la vita, se capite cosa voglio dire”…

Un giro di parole, per dire come si sente oggi la gran parte dei tifosi sampdoriani, dopo l’annuncio del ritiro dalla trattativa della “cordata Vialli”… un sentimento di sconforto, simile a quello provato all’uscita di Wembley il 20 maggio del ’92, quando, anche allora, si capì che i tempi dei sogni erano finiti…

Si torna alla realtà, oggi peggiore, di un ultimo posto in classifica… un bravo (così ritenuto da tutti) allenatore sfiduciato… un altro in lista d’attesa che i media raccontano stia dando preferenza al Genoa… un rinforzo in arrivo quasi fermo da un anno…

“Mala tempora currunt” (corrono brutti tempi), diceva Marco Tullio Cicerone… che poi aggiungeva: “Sed peiora parantur” (ma se ne preparano di peggiori)…

Beh, questo ci rifiutiamo di crederlo… aggrappandoci ad un pensiero di Daisaku Ikeda, “maestro” giapponese ed uno dei più importanti leader spirituali buddhisti: “Proprio come un fiore sboccia, dopo aver sopportato il rigido freddo invernale, un sogno può avverarsi solo se si è preparati a sopportare i tormenti che ne accompagnano la realizzazione ed a compiere tutti gli sforzi necessari”.

Dunque perché non continuare a guardare il cielo alla ricerca della stella?