Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regionali 2020, ecco la lista “Base costituzionale”, il terzo polo del civismo guidato da Marika Cassimatis

Nel simbolo il tricolore "nato dalla costituzione antifascista"

Genova. In attesa del serrate i ranghi definitivo delle maggiori forze politiche per le imminenti elezioni regionali del 2020, il panorama elettorale si arricchisce di una nuova lista civica guidata da Marika Cassimatis.

“All’interno di una scena politica nella quale i partiti promettono tutto e il contrario di tutto, dove si stringono alleanze improbabili che rappresentano insulti diretti al voto espresso dai cittadini che si aspettano coerenza tra il programma elettorale e l’agire politico dopo il voto – dichiara la ex pentastellata e fondatrice della lista – un gruppo di cittadini attivi sul territorio ha pensato ad un progetto di aggregazione dall’alto profilo etico”.

“L’opzione di restare a casa e non votare non fa per noi, anche se la tentazione è forte. Ma l’impegno che viviamo tutti i giorni ci tiene ancora sul campo, crediamo che non tutte le speranze siano perdute. Senza soldi, come una armata brancaleone siamo ancora qui, crediamo valga la pena portare una voce etica nelle Istituzioni, e se c’è anche una piccola possibilità, noi ci siamo”.

Una lista elettorale civica, quindi, che punta a “risolvere i problemi concreti”. La base, appunto, è la costituzione della repubblica italiana, e nel simbolo compare il tricolore che: “come recita l’art.8 della stessa, e nata dalla resistenza al fascismo di una compagine democratica molto ampia”.

“Al momento si tratta di un contenitore che va riempito, tenendo sempre presente che la strada da percorrere è segnata: la Costituzione è democratica, inclusiva, votata all’accoglienza, sostiene i più deboli, è femminista, ambientalista, pacifista. Tutela i beni comuni, garantisce le autonomie in una cornice di diritti generali imprescindibili quali le pari opportunità, la salute, l’istruzione, l’ambiente sano, l’accessibilità e tanto altro. Si tratta lavorare, all’interno di questo perimetro definito che ne è garanzia, per la sorte della Liguria dei prossimi anni a venire”.

La lista ha aperto una pagina facebook dove saranno riversati contenuti e appuntamenti: “Lanciamo una sfida – conclude Cassimatis – chi viene con noi? Chi riesce ad abbandonare la tastiera per il mugugno e decide di spendersi in prima persona? Noi ci siamo e vi aspettiamo etici e solidali”