Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Questo logo certificherà i progetti per la città di Genova più “people friendly”

Genova. Alcuni progetti hanno già ottenuto l’etichetta “Genova People Friendly”, ma l’obbiettivo del Comune di Genova, che ha lanciato il progetto attraverso l’assessorato al Personale, pari opportunità e diritti con il contributo della Compagnia di San Paolo, è di farli nascere e crescere, con un’attenzione particolare a bambini, adolescenti e anziani. “Genova People Friendly“ è stato presentato questa mattina a palazzo Tursi. In sostanza si tratta di un sistema di attribuzione di determinati “label”, etichette, ai soggetti, associazioni, enti e aziende che si distingueranno per azioni che contribuiscano a sviluppare una città vivibile da parte di tutti.

I primi progetti che hanno ottenuto il “label”, un logo con la lanterna stilizzata, riguardano la promozione di “mercatini delle pulci” per i più piccoli nei giardini della città, ma anche una serie di incontri sul cyberbullismo e altre insidie della rete dedicati agli adolescenti. Infine, per la fascia anziana della popolazione, la seconda edizione di Clickeasy, le lezioni gratuite di digitale per introdurre gli over65 all’utilizzo della tecnologia e dei servizi on line.

“Sono lieto di promuovere interventi molto concreti – sostiene l’assessore comunale alle Pari opportunità Giorgio Viale – che testimoniano, attraverso l’amministrazione comunale, la volontà e la capacità della città di sostenere e promuovere azioni che supportino la vita quotidiana dei cittadini di ogni età. Con la diffusione dei label si intende valorizzare le esperienze di qualità del nostro territorio promosse da vari soggetti pubblici e privati”.

Genova People Friendly rientra in una convenzione tra Comune di Genova e Compagnia di San Paolo, “al fine di rendere la Città di Genova più solidale, attraverso azioni a sostegno di lavoro, marginalità sociali e emergenze” afferma Roberto Timossi, componente del comitato di gestione della Compagnia di San Paolo. Alberto Anfossi, segretario generale della Compagnia di San Paolo aggiunge: “Governance condivisa, partecipazione attiva di enti, istituzioni e cittadini per ripensare insieme e rendere più accogliente e dinamica la città sono gli ingredienti che riteniamo più interessanti di Genova People Friendly”.