Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte Morandi, dalla solidarietà dei genovesi un’aula speciale per i bimbi della Valpolcevera

Inaugurata a Teglia l'aula multisensoriale per studenti disabili e non, tra gli sponsor anche Luca Bizzarri col suo libro

Genova. Luci diffuse di tutti i colori, profumi, musica, un materasso ad acqua morbidissimo che può raggiungere i 39 gradi. Sono poche le scuole ad avere in dotazione un’aula multi-sensoriale, un ambiente all’avanguardia pensato per i bambini con disabilità gravi, ma in realtà adatto tutti per la grande varietà di stimoli che può offrire. A vantarsi di questa possibilità è oggi l’istituto comprensivo Teglia, in Valpolcevera, destinatario di una gara di solidarietà partita dalla tragedia di Ponte Morandi.

Generica

“Oggi è un momento importantissimo per tutti i nostri alunni. È un’aula in cui i bambini potranno stimolare i propri sensi, ma anche socializzare, e in altri spazi sarebbe stato impossibile”, spiega Elena Tramelli, dirigente scolastica dell’istituto Teglia che comprende anche un polo Res per studenti disabili.

Oltre a Comune e Municipio Valpolcevera, rappresentati dall’assessore Fassio e dal presidente Romeo, hanno raccolto fondi anche l’Ufficio scolastico regionale, le società InToo e GGroup su spinta di Billy Hoffman e pure Luca Bizzarri, presidente di Palazzo Ducale, che ha destinato alla scuola tutti i proventi del suo libro ‘Quella volta sul ponte’ che raccoglie i racconti dei genovesi legati al Morandi: “Ci sembrava un modo di rimanere vicino al territorio, il Ducale non è solo un posto dove si vanno a vedere le mostre ma anche parte di una rete che connette il centro alle periferie”, commenta.

Nell’aula multi-sensoriale si possono vivere simulazioni, proiettare fasci di luce, interagire con colonne piene di bolle. I bambini, seguiti dallo staff di insegnanti e neuro-psicomotricisti, possono comandare a piacimento i colori delle luci attraverso una pulsantiera. “Un luogo che sarà vissuto soprattutto dai nostri alunni – spiega la direttrice – ma in alcune fasce orarie lo condivideremo con l’associazione Insieme per Caso”.

Generica

Per la gioia di grandi e piccini, a margine della presentazione è stata distribuita una maxi torta opera del pasticcere Luca Antonini di Omegna, che ha contribuito in questo modo: una ricetta speciale, senza allergeni, dove al posto della panna c’è una margarina vegetale. Una torta inclusiva, per tutti, proprio come la nuova aula di Teglia. “Potremmo chiamarla Torta Polcevera”, dice lui.