Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piaggio Aerospace, acquisto droni: parere favorevole anche dalla commissione Difesa della Camera

Attesa per i contratti nel ramo civile e per il definitivo piano industriale

Più informazioni su

Villanova d’Albenga. Dopo il parere favorevole della commissione Difesa del Senato sull’acquisizione dei droni e del P.1HH, una delle commesse più attese dall’azienda aeronautica per la quale era già stato siglato un decreto ministeriale, l’iter prosegue incassando l’ok anche dalla commissione Difesa della Camera.

E’ quindi in dirittura d’arrivo l’acquisto da parte dell’Aeronautica del sistema di pilotaggio remoto. Il valore della commessa è pari a 160 mln di euro. Mancano ancora i via libera ufficiali delle commissioni parlamentari, con relativa approvazione, ma ormai rappresentano solo una formalità.

Attesa anche per la commessa di acquisizione dei nove P180, dal valore di 260 milioni, altro tassello decisivo per il piano di rilancio della Piaggio e per le relative garanzie occupazionali.

Prime reazioni positive da parte delle organizzazioni sindacali sulla procedura in corso: “Ora è necessario che il Governo e il Mise approvino il piano industriale del Commissario e soprattutto firmino i contratti per la produzione e manutenzione dei P180 per iniziare a fare rientrare i lavoratori dalla cassa integrazione di Piaggio e di Laerh – che in queste ore stanno cercando lo strumento di sostegno al reddito più idoneo per traguardare l’inizio della produzione” afferma il segretario della Cgil savonese Andrea Pasa.

Proprio per Laerh è previsto un incontro oggi in Regione per trovare una soluzione a seguito della fine della cassa integrazione straordinaria, sperando che sul fronte Piaggio possa sbloccarsi la situazione del ramo civile e dare fiato anche all’indotto.

Il Ministero dello Sviluppo Economico deve poi ancora autorizzare l’esecuzione del programma per il rilancio di Piaggio Aerospace e Piaggio Aviation presentato il 12 agosto dal Commissario, attraverso un provvedimento che è atteso entro il mese di ottobre, con il Comitato di Sorveglianza che aveva già espresso il proprio parere favorevole.