Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nessun privato vuol costruire l’ospedale degli Erzelli, la Regione corre ai ripari. Toti. “Valutiamo ogni ipotesi”

Nonostante la proroga dei termini nessuno si è fatto avanti per la realizzazione e gestione venticinquennale del nosocomio

Più informazioni su

Genova. “Confermiamo la nostra ferma volontà di realizzare l’Ospedale del Ponente agli Erzelli. Per questo, stiamo valutando ogni ipotesi utile a proseguire efficacemente il percorso intrapreso”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in merito alla realizzazione del nuovo polo della sanità sulla collina alle spalle di Sestri Ponente.

Nonostante la proroga dei termini di presentazione non sono pervenute proposte, da parte di soggetti economici privati che operano nel settore della sanità, per la predisposizione di un progetto di realizzazione e gestione per 25 anni della futura struttura. A seguito dell’approvazione dell’analisi di fattibilità, nell’aprile scorso, era stato pubblicato sul sito di Alisa l’avviso per la predisposizione di un progetto preliminare da sottoporre successivamente a procedure di evidenza pubblica.

Per approfondire le ragioni della mancanza di proposte da parte degli stakeholders, Alisa sta valutando la possibilità di un momento di confronto. “L’ospedale degli Erzelli – aggiunge la vicepresidente della Regione Sonia Viale – costituisce un tassello fondamentale nel percorso di efficientamento del sistema sanitario regionale e dovra’ perfettamente integrarsi sia nella rete ospedaliera dell’area metropolitana sia con l’IRCCS Ospedale Policlinico San Martino. Certamente si tratta di procedure complesse che devono rispettare tutte le normative vigenti tra cui il codice degli appalti. L’esito negativo del percorso avviato da Alisa non modifica il disegno complessivo di questa Giunta”.

Sul tema della Sanità, ieri, Toti ha anche annunciato che a breve partirà un’altra gara d’appalto per il rifacimento del pronto soccorso dell’ospedale San Martino.