Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nel 2020 il restyling di piazza Pallavicini: addio ai parcheggi, più colori e giochi per gli studenti

Lavori finalmente possibili grazie al fatto che il Comune ha acquisito un'area dove spostare i posti auto. Costo: 550.000 euro

Genova. Tra i progetti esecutivi recentemente approvati dalla giunta del Comune di Genova su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Pietro Piciocchi c’è anche quello destinato a cambiare volto – e dare finalmente dignità – a piazza Pallavicini, a Rivarolo, in Valpolcevera.

Oggi, più che di piazza, si può parlare di uno slargo trafficatissimo e urbanisticamente poco organizzato. La piazza antistante la scuola, di fatto, è un parcheggio dove trovano spazio una cinquantina di auto. Il resto dell’area a disposizione, tra la vecchia villa Pallavicini (anche qui c’è un parcheggio privato), il capolinea del bus, la sede della Croce Rosa e l’imbocco dell’antica via Celesia, è occupato da un marciapiede, una fermata dell’autobus, alcuni cassonetti, alberi poco curati, un monumento ai caduti poco valorizzato.

Quello che dovrebbe essere un punto di riferimento per il quartiere è invece un luogo di passaggio poco accogliente quando non respingente per anziani, famiglie, studenti, perché difficile da attraversare. Il progetto presentato dall’amministrazione vuole invece restituire a piazza Pallavicini il suo ruolo di polarità urbana e di spazio di aggregazione.

Generica

L’importo previsto nel piano triennale dei lavori pubblici è di 550.000 euro, i lavori dovranno partire nel 2020. L’intervento riguarda i 900 metri quadri della piazza e il cortile della scuola, che su di essa affaccia. Obiettivo è, appunto, la pedonalizzazione, operazione resa possibile dalla recente acquisizione da parte del Comune di uno spazio nelle vicinanze in cui verranno spostati i posti auto.

“Si è ritenuto che un ambito urbano che a volte fatica a scollarsi di dosso l’immagine di periferia avesse necessità di una piazza vivace, con una personalità forte – spiegano dall’assessorato ai Lavori pubblici – in tal senso, il progetto si è orientato fin da subito verso la proposizione di uno spazio pubblico disegnato, con una forte componente grafica e una pavimentazione colorata e allegra”.

“La riqualificazione della piazza è uno dei primi impegni del mandato municipale e l’anno scorso abbiamo chiesto finanziamento per portarla avanti – dice il presidente del municipio Valpolcevera Federico Romeo – la promessa è stata mantenuta dall’assessore Fanghella e confermata dall’assessore Piciocchi, sono molto contento perché questo, insieme al parcheggio di via Pisoni, per cui partiranno a breve i lavori, rappresenta un punto importante di rinascita dell’area. Ed è un sogno che si realizza, è da quando ero bambino e andavo a scuola lì che immaginavo una piazza risistemata“. Romeo non si ferma qui: “Ho messo gli occhi su villa Pallavicini Durazzo e sto cercando di muovermi anche in quella direzione”.

Una piazza colorata risulta coerente anche con la vicinanza all’istituto scolastico, dato che sarà ampiamente fruita dai bambini all’uscita da scuola. Per richiamare il passato industriale della Val Polcevera, è stato scelto il mattone quale materiale per la realizzazione delle bordure che creano i disegni geometrici. Le campiture saranno invece in calcestruzzo di diversa colorazione e composizione.

Nella disposizione delle nuove alberature sono state individuate alcune aree raccolte in cui facilitare la socializzazione: in tali aree sono concentrate le panchine, anch’esse in cemento, che saranno disposte ad “U”.

Nel cortile della scuola sono previsti giochi da concordare con l’istituto scolastico in modo da poter essere utilizzati anche a fini didattici.

Tra le novità anche un nuovo impianto di illuminazione realizzato con armature in sospensione. Per l’organizzazione di eventi temporanei sarà posizionato un pozzetto a scomparsa contenente prese elettriche e sulla piazza sarà predisposta una rete wifi.