Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Multe a chi passa col rosso, ora Tursi valuta il timer per i semafori intelligenti

Garassino: "D'accordo, ma prima valutare i costi e la fattibilità". Si parte da corso Europa e via Tolemaide

Genova. Installare timer ai semafori per segnalare quanti secondi mancano allo scattare della luce rossa. L’argomento è tornato d’attualità a palazzo Tursi con l’approvazione all’unanimità di una mozione presentata da Fratelli d’Italia che impegna la giunta ad applicare anche nel capoluogo ligure i dispositivi già in uso in numerose città europee.

Tra il dire e il fare, però, c’è di mezzo il denaro. “L’idea mi trova d’accordo, ovviamente bisogna valutare attentamente la fattibilità tecnica ed economica”, spiega l’assessore alla sicurezza Stefano Garassino che più di tutti si era battuto per l’arrivo dei famigerati T-Red, i semafori intelligenti che fanno scattare la multa automatica per chi passa col rosso.

Al momento gli uffici di Tursi non hanno ancora un’idea precisa dei costi da affrontare. Sono invece certi i primi incroci dove la novità potrebbe trovare spazio: “Di sicuro quelli con maggiore flusso di traffico – continua Garassino – quindi corso Torino-via Tolemaide e subito dopo corso Europa-via Isonzo“. In entrambi i casi si tratta di semafori ‘spia’ che hanno già sfornato centinaia di sanzioni (e il Comune vuole posizionarne un quarto in un altro punto cruciale della viabilità cittadina).

“Il lasso di tempo che intercorre tra la luce verde e il segnale rosso passando per il giallo – spiega il testo della mozione, con primo firmatario il consigliere Gambino – dovrebbe essere monitorato tramite un contatore visibile agli utenti” e quindi abbassare il numero delle “sanzioni che, in caso di segnale giallo ridotto al minimo, apparirebbero un metodo per fare cassa“.