Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mario Ponti dà i voti ai campionati di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria

L'ex giocatore del Genoa mette in evidenza squadre e giocatori, che si sono messi particolarmente in luce in questa prima fase

Arenzano. Mario Ponti, ex giocatore di Genoa, Carbonia, Omegna, Casale e Mondovi, accetta di buon grado il ruolo di opinionista per Ge24, parlando dei principali campionati dilettantistici liguri di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria.

Ponti,  che dopo aver smesso di giocare a calcio, ha allenato Arenzano, Cogoleto, Lagaccio, Molassana e Pegliese, conosce alla perfezione squadre, giocatori, dirigenti.

“Albenga e Sestri Levante sono le squadre maggiormente attrezzate del campionato di Eccellenza, per compiere il salto di categoria – attacca Ponti – gli ingauni hanno alle spalle una solida proprietà, giocatori molto bravi, un mister preparato come Solari e una piazza molto calda, mentre il Sestri Levante, per qualità dell’organico, storia e blasone societario, non c’entra niente con questo torneo… quanto ai giocatori penso che Capra (Imperia), Sturaro (Ospedaletti) e Gandolfo (Sestri Levante) siano autentici top player”.

Passando alla Promozione, chi ti ha colpito maggiormente?

“Sestrese ed Arenzano meritano gli onori della ribalta – continua Ponti – i verde stellati sono davvero forti, la società è di grande livello e poi ci sono i due attaccanti Akkari e Anselmo, che sono certo arriveranno a superare le quaranta reti in due… L’Arenzano mette in campo il giusto mix di giocatori giovani ed esperti, che mister Manetti sta valorizzando al massimo”.

Anche in Prima Categoria il livello delle squadre è interessante…

“Il Multedo, costruito a km zero, è partito alla grande…  e può arrivare lontano, sono contento per Bonadio e Varone, due miei ex giocatori, che ho allenato, uomini di grandi valori umani e tecnici, mentre mi ha sorpreso, in negativo, il Città di Cogoleto, che a dispetto della buona rosa e di un tecnico preparato come Parodi, non sta, al momento, rispettando le aspettative”.